Rugby: la discriminazione politica arriva in Parlamento

Il caso della partita All Reds-Corsari sarà affrontato in Parlamento. Il deputato di Forza Italia Basilio Catanoso ha presentato un’interrogazione a risposta scritta al presidente del consiglio dei ministri, Matteo Renzi, e al ministro dei beni e delle attività culturali, Dario Franceschini.

Come noto, domenica scorsa si sarebbe dovuta disputare la gara di rugby per il girone laziale del campionato di serie C. A seguito del mancato svolgimento causato dalla discriminazione degli All Reds nei confronti di Luca Cirimbilla, il tallonatore dei Corsari simpatizzante della destra romana, il Giudice sportivo ha sanzionato entrambe le squadre. Oltre alla sconfitta per 20 punti a zero, All Reds e Corsari hanno subito 4 punti di penalizzazione, 300 euro di multa e la condivisione delle spese dell’arbitro.

Nella richiesta di chiarimenti, Catanoso domanda al governo “se non sia opportuna una forte presa di posizione contro tali atti, così come avvenuto per gli indegni cori razzisti negli stadi di calcio, anche per evitare che il mondo del rugby, da sempre ed ancora oggi portatore di valori sani, subisca degenerazioni particolarmente pericolose che non hanno nulla a che fare con lo sport”. Il deputato chiede inoltre di valutare l’eventuale violazione di norme penali riguardanti la discriminazione e l’ordine pubblico e l’opportunità di chiedere chiarimenti al Coni in merito al rispetto delle norme sulla sicurezza e all’omologazione di un campo sito all’interno di una struttura occupata illegalmente, per lo svolgimento di un campionato ufficiale.

“I valori indiscutibili dello sport e del rugby – come riportato nell’interrogazione – sono la lealtà, il rispetto dell’avversario che, fuori dalla contesa, può diventare e spesso diventa un fraterno amico, il senso del sacrificio e dell’onore”. Staremo a vedere se tali valori verranno tutelati nelle sedi opportune.

Articoli correlati

*

Top