La Moncler perde pezzi: effetto Report?

Remo Ruffini
Remo Ruffini, presidente e amministratore delegato (e ora anche direttore generale ad interim) di Moncler

Si dimette il direttore generale Monica Sottana e Remo Ruffini, presidente e amministratore delegato, assume pieni poteri. Intanto si dimette anche Alessandro Benetton. Un anno fa lo sbarco in Borsa.

Nell’anniversario dell’esordio a Piazza Affari del titolo Moncler, a Remo Ruffini tocca fare il “rimpasto” della squadra e assumere anche il ruolo di direttore generale dopo le dimissioni di Monica Sottana (ufficialmente per “motivi personali”) che ha annunciato la sua dipartita per gennaio 2015. Ricoprirà l’incarico ad interim fino a quando non sarà nominato il nuovo direttore generale.

Il board ha dovuto incassare anche le dimissioni del consigliere Pietro Ruffini e ha nominato al suo posto per cooptazione Diva Moriani, che resterà in carica fino alla prossima assemblea. Il Cda ha inoltre preso atto delle dimissioni di Alessandro Benetton dai Comitati Controllo e rischi, per le Nomine e la remunerazione e dalla carica di Lead indipendent director. Al suo posto ha nominato la Moriani per sostituire Benetton nei Comitati interni e Gabriele Galateri di Genola come Lead indipendent director.

Il 16 dicembre del 2013 Moncler debuttava in Borsa riscuotendo un enorme successo: dopo il botto iniziale (il 3 gennaio raggiunse i 16,35 euro ad azione), il titolo ha toccato il minimo di sempre il 16 ottobre scorso (10,25 euro) per poi ripiombare a 10,29 euro il 6 novembre, vale a dire quattro giorni dopo l’inchiesta della trasmissione “Report” che, tra le altre cose, aveva messo in dubbio che l’azienda seguisse le regole europee sul trattamento degli animali per la produzione di piume d’oca in Ungheria (un’accusa che era stata respinta al mittente da Moncler).

All’indomani del servizio a Piazza Affari le azioni del gruppo avevano lasciato sul terreno il 4,88%, tra le peggiori performance del listino. Ieri ha chiuso a 10,70 euro. 

 

 

 

 

Articoli correlati

*

Top