[Video] Roma, nel parco in preda all’eroina

L’eroina torna a colpire. Sembrava una bestia nata, trionfante, ma soprattutto sepolta con gli anni ’80. E invece no, rieccola qua. Con i suoi adoratori che non si fanno scrupoli a iniettarsela nelle vene. In un luogo pubblico, in pieno giorno. Le immagini del video sono state riprese domenica scorsa nel parco Sangalli di Torpignattara. Una persona è sotto l’effetto di una dose di eroina appena sparata in vena.

La scelta di riprendere e veicolare queste immagini può essere certamente discutibile. Eppure si parla tanto di degrado, di criminalità, di droga e siringhe abbandonate. Come se fosse tutto qualcosa di astratto. Guardare queste immagini può e deve far riflettere. Come fanno riflettere i commenti al video che hanno accompagnato le centinaia di condivisioni su facebook. Molti sono di condanna (“che schifo”, “brutta bestia”) altri sono di scherno. Difficile fare ironia su una tragedia che colpisce chi cade nella trappola della droga. Ancora più difficile dal momento che tale piaga coinvolge inevitabilmente i frequentatori del parco dove il protagonista del video è stato ripreso: uomini, donne e, soprattutto, bambini.

Come può un’amministrazione comunale lasciare nel più completo degrado, quei pochi punti verdi dove si riuniscono ancora i cittadini? Come può l’amministrazione della capitale d’Italia non prendersi cura di chi frequenta il parco correndo il pericolo di trasmissione di malattie? Invitiamo il sindaco, chirurgo genovese, di iniziare ad occuparsi di Roma in maniera reale. Lasci perdere le fantomatiche pedonalizzazioni dei Fori Imperiali o le crociate lessicali per cambiare il nome ai nomadi. I problemi di Roma sono altri, ed è ora che se ne accorga.


Articoli correlati

2 Commenti

  1. Alfio said:

    Chi sono questi ignoranti cafoni che hanno fatto sto video? Gente senza dignità LORO non dovrebbero essere lasciati nei giardini pubblici.

  2. Antonio said:

    “Se te vedrebbe er diavolo… hè… forse ti ucciderebbe lui per quello che fai”
    Non solo scema ma pure sgrammaticata, la tipa!

*

Top