[Video] “Strade sicure”: l’operazione di facciata

Ogni stazione ferroviaria rappresenta un biglietto da visita della città per i turisti in viaggio. Di conseguenza, ogni amministrazione dovrebbe tenere in massima considerazione il mantenimento degli scali. Per mettere a proprio agio i viaggiatori, rendere il loro arrivo o transito piacevole. Eppure ad usufruire dei servizi ferroviari non sono solo i turisti, molto numerosi a Roma in ogni periodo dell’anno. Ogni giorno infatti migliaia di pendolari si recano a lavoro o scelgono di spostarsi attraverso treno e metropolitana. I lati positivi sono molteplici: il vantaggio economico e la tutela ambientale su tutti. Purtroppo sembra che le amministrazioni, da quella nazionale a quelle locali, non tengano conto di questi aspetti e, anzi, facciano di tutto per scoraggiare l’utilizzo dei mezzi pubblici.

Prendiamo ad esempio il video riguardante la stazione Ostiense, importante snodo per i treni regionali e nazionali. Ogni giorno vi transitano migliaia di romani e di turisti. È una stazione storica e molto bella, collegata con il treno Roma-Lido e la stazione metropolitana di Piramide. Potrebbe essere ancor più bella. Per chi si intrattiene ad osservare i mosaici per terra la passeggiata si trasforma subito in qualcosa di molto sgradevole. Il cattivo odore di urina si fa sentire, salendo dal pavimento ornato che permette l’accesso ai vari binari. Ad ogni ora del giorno sono presenti drappelli di persone: qualche italiano, moltissimi stranieri, tutti ubriachi. Verso il tardo pomeriggio, puntualmente, c’è chi si prepara un materasso di fortuna per affrontare la notte. Scene quotidiane, che si ripetono ogni giorno.

Degrado e criminalità, binomio strettamente correlato. Come si sa, prevenire è sempre meglio che curare: intervenire alla radice eliminando sacche di degrado e soccorrere chi ha realmente bisogno di sostegno, può scongiurare il pericolo di eventi criminosi. E invece nessuno interviene. Eppure lo Stato ci ha provato. Era l’agosto 2008, l’hanno chiamata Operazione “Strade sicure”, ovvero l’impiego delle Forze Armate nei servizi di controllo del territorio. Come testimoniano le immagini, le Forze Armate ci sono. Cosa controllino non si sa.


Articoli correlati

*

Top