Inter: Icardi contro i tifosi, una lite che lascia il segno

Mentre, all’Atahotel Executive di Milano, è partito il countdown per l’ultimo giorno della sessione invernale di calciomercato, nell’Inter é scoppiato il doppio caso Icardi-Guarin.

Per entrambi i calciatori potrebbero esserci punizioni esemplari da parte della società. La tifoseria é imbestialita dopo quello che è successo ieri. Si prospetta una cessione, ma a giugno, visto che rimpiazzare due giocatori all’ultimo giorno di mercato diventerebbe una missione impossibile. Ma cosa é successo? Ieri i tifosi nerazzurri hanno contestato la squadra di Mancini per l’ennesima sconfitta, questa volta contro il Sassuolo. I due interisti sono andati comunque a scusarsi con i tifosi, hanno lanciato la loro maglia, ma gli ultrà non hanno gradito e hanno ritirato indietro la casacca sia ad Icardi che a Guarin.
A quel punto l’argentino non ci ha visto più. “Siete dei pezzi di merda, tutti quanti”, ha gridato. Anche il colombiano ha iniziato ad inveire contro i supporters.
La situazione ha vissuto attimi di tensione e alla fine, sotto al settore ospiti, è dovuto andare il capitano Ranocchia che, a fatica, é riuscito a riportare la calma.
Ma in casa Inter la situazione rimane davvero difficile. La media punti di Mancini è da retrocessione. E Mauro Icardi, l’unico calciatore che si salva ogni volta che scende in campo, ha rotto con i tifosi.
Potrebbe partire addirittura oggi nelle ultime ore di mercato? Atletico Madrid interessato? Difficile intavolare una trattativa last minute, ma non impossibile.

Articoli correlati

*

Top