Crolla la Lazio: il Genoa fa otto su otto

La Lazio perde ancora. Dopo il ko di Cesena arriva infatti la brutta sconfitta interna contro il solito Genoa.

Solito perché sono otto le partite consecutive che il Grifone vince contro i biancocelesti. Ben quattro anni che i rossoblù ottengono il bottino pieno e mettono al tappeto l’Aquila. Una vera bestia nera per la Lazio.
Adesso si complica (o forse tramonta definitivamente) il sogno Champions per gli uomini di Pioli che, a questo punto, devono rimboccarsi le maniche e cercare di rimettersi in carreggiata per evitare che anche l’Europa League sfumi.
Anche perché i giocatori sono apparsi stanchi fisicamente e, per la prima volta in questa stagione, in seria difficoltà a livello atletico. Il campanello d’allarme inizia a suonare forte: tre sconfitte nelle ultime quattro partite. Un film già visto dalle parti di Formello quando si arriva a gennaio. E si è scelto nuovamente di non intervenire sul mercato di riparazione.
Ma mentre la debacle di Cesena poteva sembrare soltanto un calo di concentrazione, il ko contro il
Genoa pesa come un macigno.
Sfortuna (due pali) e arbitraggio discutibile a parte (il rigore e l’espulsione di Marchetti però sono ineccepibili) é chiaro che la Lazio non sia più la macchina quasi perfetta vista fino ad un mese fa e che inizi ad avere un calo evidente. Candreva, Basta, Radu, Biglia e Parolo, tra tutti, sono apparsi i più stanchi.
Adesso arriva la difficile trasferta di Udine dove gli uomini di Pioli saranno chiamati, per forza, a riscattarsi ed evitare di vanificare quanto di buono fatto con qui.
Una cosa positiva però c’è: la Lazio non dovrà più incontrare il Genoa.
Almeno per quest’anno.

Articoli correlati

*

Top