Marò, finalmente al via la procedura internazionale

Dopo due anni di errori (e orrori) diplomatici, l’Italia finalmente cambia registro e per la vicenda dei nostri due marò trattenuti in India sceglie l’unica via che doveva essere seguita fin dall’inizio: il ricorso alla procedura internazionale.

Prima mossa: richiamo dell’ambasciatore Daniele Mancini da Delhi e, in pratica, rottura delle relazioni diplomatiche con il colosso asiatico; seconda mossa: “liquidazione” (con i ringraziamenti di rito) del commissario straordinario di governo Staffan de Mistura. L’annuncio della nuova via che il governo Renzi ha deciso di adottare per ottenere il rientro di Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, è stato dato durante l’audizione in Senato dal ministro degli Esteri, Federica Mogherini.

Finalmente, dopo tre governi nazionali e dopo tre festività pasquali, qualcosa di concreto inizia a muoversi, nella speranza che i due fucilieri della Marina rientrino definitivamente in Italia il prima possibile.

Articoli correlati

0 Commenti

  1. Pingback: Marò, domani a Roma il corteo per il loro ritorno

*

Top