Chi usa contante e non ha un conto è ignorante. (O furbo?)

Maggiore uso del contante uguale maggior evasione. Giusto? Sbagliato. Presentato dal governo Monti come la soluzione definitiva all’evasione fiscale, la limitazione nell’uso del contante non ha portato il risultato sperato. Anzi. Nonostante le leggi restrittive, l’uso del contante negli ultimi sette anni è aumentato del 30,4%.

Questi i dati diffusi dalla Cgia di Mestre che smentiscono la correlazione tra l’utilizzo del contante e l’evasione.

E questo nonostante il fatto che l’Italia abbia il limite all’utilizzo del contante più basso d’Europa: la Francia e il Belgio hanno una soglia di spesa di 3.000 euro, la Spagna di 2.500 euro e la Grecia di 1.500 euro. L’Italia e il Portogallo, invece, hanno la soglia massima più restrittiva: 1.000 euro.

Quindi, una volta sbugiardato con somma soddisfazione l’ex premier Mario Monti, ci si chiede: come mai in Italia è così diffuso l’utilizzo dei contanti?

Lo spiega Giuseppe Bortolussi segretario della CGIA: «Il diffusissimo uso del contante è correlato al fatto che in Italia ci sono quasi 15 milioni di unbanked”, ovvero di persone che non hanno un conto corrente presso una banca o che lo avevano e lo hanno chiuso negli ultimi anni, percentuale che rappresenta non meno del 35% dei 15 milioni di “unbanked”».

Un record non riscontrabile in nessun altro Paese d’Europa.

«Non avendo nessun rapporto con gli istituti di credito, milioni di italiani non utilizzano alcuna forma di pagamento tracciabile, come la carta di credito, il bancomat o il libretto degli assegni. Questa specificità tutta italiana va ricercata nelle ragioni storiche e culturali ancora molto diffuse in alcune aree e fasce sociali del nostro Paese».

«Non possiamo disconoscere che molte persone di una certa eta’ e con un livello di scolarizzazione molto basso preferiscono ancora adesso tenere i soldi in casa, anziché affidarli ad una banca».

Quindi chi non tiene i soldi in banca è “ignorante”? Considerato quanto risparmia in termini di costi di tenuta del conto corrente (i più elevati d’Europa) forse è più furbo di tutti gli altri.

 

 

 

Articoli correlati

*

Top