Tariffe Ztl, il Tar boccia Marino. E il sindaco blocca i rinnovi

tariffe ztl
varco ztl

Inizia ad assumere contorni surreali, il braccio di ferro ingaggiato dal sindaco di Roma Ignazio Marino con il Tar sulle tariffe Ztl.

Ha del sorprendente la reazione del primo cittadino al pronunciamento di ieri del Tar, che ha bocciato la delibera della Giunta Marino sui rincari delle tariffe dei pass per accedere alle zone a traffico limitato nel Comune di Roma.
Ignazio Marino ha deciso di bloccare i rinnovi, in attesa di riscrivere la delibera.

Il provvedimento è stato bocciato, si legge nell’ordinanza del tribunale amministrativo, perché “non supportato da adeguata istruttoria”, che avrebbe dovuto illustrare come il Comune era arrivato all’introduzione di aumenti così sostanziosi. Ed indiscriminati  e repentini, aggiungiamo noi.

E così, invece di fare marcia indietro, la Giunta Marino ha deciso di bloccare i rinnovi dei pass Ztl. Chi in queste ore si sta recando negli uffici preposti per espletare questa formalità burocratica, si sente rispondere che per un problema tecnico non è possibile rinnovare i permessi.
Che oggi, dopo la sentenza del Tar, costerebbero nettamente meno, perché sarebbero emessi in base alle vecchie tariffe.
Il blocco dei rinnovi dei pass in scadenza oggi era stato anticipato da una mail dell’Agenzia della Mobilità. E ciò rappresenta la volontà di Marino e dell’Assessore alla Mobilità Guido Improta di prendere tempo per riscrivere la delibera, integrandola con l’istruttoria ritenuta mancante dal Tar e facendola varare dalla Giunta già oggi pomeriggio

L’unica cosa certa è che oggi si sta verificando una palese interruzione di pubblico servizio. Ma a Marino cosa importa? Lui amministra al di sopra delle regole.

 

Articoli correlati

*

Top