Botta di Mastella “De Magistris mi deve 20 mila euro” e risposta del sindaco di Napoli “Non ce l’ho”

Continua la lunga storia di odio tra Clemente Mastella e Luigi De Magistris. Una vicenda nota quella tra l’ex ministro della Giustizia del governo Prodi e l’attuale sindaco di Napoli: l’inchiesta “Why not”, nella quale finì l’imprenditore Antonio Saladino, insieme ad alcuni esponenti del centrosinistra, tra cui, appunto, Mastella, poi eurodeputato con Berlusconi

A condurre il tutto, proprio il primo cittadino di Napoli che al tempo (2006) era sostituto procuratore a Catanzaro. Un’inchiesta dalla quale l’attuale leader dei “Popolari del Sud” uscì con le ossa rotte, soltanto per il fatto di essere indagato nella questione.

“Per quell’inchiesta De Magistris mi deve un risarcimento di 20 mila euro”, ha dichiarato ieri Mastella. “Per quello che mi ha fatto dovrebbe vergognarsi. Ancora non glieli chiedo quei soldi perché aspetto che ci sia la definizione della seconda istanza di giudizio”. Secca, polemica e ironica è arrivata la risposta del sindaco di Napoli: “Sono un umile sindaco, 20 mila euro non ce li ho e inviterei Mastella ad aspettare prima di cantare vittoria”. Lungi da noi pensar male, ma che De Magistris non abbia quei soldi facciamo fatica a crederci. Semplicemente non ha voglia di darglieli.

Un botta e risposta che dura ormai da otto anni e che continuerà ancora. Certo che sarebbe cosa buona e giusta leggere di questa “diatriba” su tutti i giornali e non sui soliti quotidiano di centrodestra il “Tempo” e “Libero”. Per un’informazione libera e non di censura. E se tutto fosse confermato, beh allora si potrebbe osare un bel “De Magistris paga i danni!”.

Articoli correlati

*

Top