Il condannato De Santis ci ripensa: “Metto due mani sul fuoco che Mauri è innocente”

de santis
Massimo De Santis

Alla fine, l’ex arbitro De Santis ha corretto il tiro su Stefano Mauri. Forse consigliato da qualcuno, forse si semplicemente è reso conto di aver esagerato con l’antilazialità. O forse, gli è stato ricordato che qui l’unico ad esser stato condannato è proprio lui.

Fatto sta che il fischietto di Tivoli, che annullò quel clamoroso gol di Cannavaro contro la Juve ieri, intervenendo ieri a “Radioies” si è quasi scusato con il capitano biancoceleste, ritrattando completamente la parole della sua intervista a “Repubblica”. Parole che accusavano il marcio del calcio italiano. “La colpa non è degli arbitri. Ci sono cose molte più gravi, come Mauri che viene arrestato e fa il titolare”.

Il “buon” De Santis, probabilmente tempestato da insulti e critiche da parte dei laziali, ci ha così ripensato e ha voluto chiarire il tutto. “Ci tengo a specificare quanto è stato riportato nella mia intervista. Forse per motivi di spazio non è stata inteso il mio pensiero in maniera compiuta. Volevo dire che per me la misura del carcere per Mauri è stata un’ingiustizia abnorme. Non è ammissibile che una persona paghi in maniera preventiva qualcosa che non è stato dimostrato e di cui non si hanno prove. Se tra qualche anno arriverà la sentenza della giustizia ordinaria e il giocatore dovesse risultare innocente, chi lo ripagherà di quanto subito in questi anni? E poi conosco Mauri, l’ho arbitrato tante volte e se mi chiedessero di mettere una mano sul fuoco che non c’entra nulla con il calcio scommesse, io ce le metterei tutte e due”.

Incredibile, ma vero. L’ex arbitro, condannato per Calciopoli, non solo ha corretto il tiro, ma ha ritrattato spudoratamente la sua versione del giorno precedente. È passato da “Mauri viene arrestato e fa il titolare” a “metterei non una, ma due mani sul fuoco che è innocente”.

A quale delle due dichiarazioni i tifosi biancoceleste dovrebbero credere? A nessuna delle due, visto il personaggio in questione. Che almeno De Santis abbia il pudore di rimanere in silenzio e non nominarla nemmeno la Lazio dopo quello che ha fatto.

Articoli correlati

*

Top