India, una ragazzina di 10 anni violentata da un prete prima della comunione

Sono quelle notizie che non si vorrebbero mai leggere. Ma, mentre Papa Francesco dichiara “guerra” ai pedofili nel mondo della Chiesa, accade nello Stato indiano meridionale del Kerala, che un prete cattolico sia stato arrestato con l’accusa di aver violentato una bambina di 10 anni. Il sacerdote, Raju Kokkan, di 44 anni, ha abusato della ragazzina con il pretesto di farle provare un vestito della prima comunione. E’ stato rintracciato in casa di conoscenti dove si era rifugiato dopo che la madre della piccola aveva denunciato il fatto alle autorità.

Il religioso, che presta servizio in una chiesa di Thaikkattusery, aveva attirato nella propria abitazione la bambina con la scusa di provare un abito nuovo che le aveva comprato per la cerimonia. Secondo la polizia, l’uomo aveva già abusato della ragazzina in altre occasioni e aveva scattato delle foto di lei nuda con il telefonino. I test clinici eseguiti sul corpo della piccola hanno confermato lo stupro, mentre la diocesi di Thrissur, una delle zone del Kerala con una grande presenza di cristiani, ha sospeso il sacerdote e aperto una inchiesta interna.

Articoli correlati

*

Top