Blitz del Foro 753: “L’obelisco Mussolini è proprietà della Storia”

“Proprietà della Storia” è stato il messaggio che una ventina di militanti dell’associazione hanno lasciato alla base del maestoso obelisco al centro delle infuocate polemiche.

Il Foro 753 difende il Foro Italico. “Abbiamo voluto rispondere con un blitz notturno, alle dichiarazioni rese dalla Presidente della Camera, Laura Boldrini, circa l’intenzione di rimuovere la scritta incisa sull’obelisco Mussolini” hanno spiegato gli autori dell’azione.

“Abbiamo appreso con imbarazzo le deliranti intenzioni della Presidente Boldrini. L’epurazione dall’obelisco delle sue scritte, cha la Boldrini ha dichiarato di voler effettuare, costituisce un attentato alla storia del nostro Paese e al patrimonio culturale della città di Roma. Il suo folle progetto, reso impraticabile dalla esistenza di vincoli storico architettonici, rappresenta l’ennesimo e vano tentativo di distruggere ciò che non si può sconfiggere”.

Il danneggiamento di un monumento, spiegano i militanti del Foro 753, oltre ad esser un gesto terroristico che offende tutti, non può certo bastare a eliminare dal presente il contributo dato dal Fascismo al nostro Paese. Non solo Foro Italico e sport: “Il lascito del Ventennio, non a caso, sopravvive in modo tangibile in molti ambiti, previdenziali e sociali, della legislazione vigente”, conclude il Foro753 nella nota.

Intanto spopolano su Facebook pagine o eventi che in maniera più o meno goliardica prendono di mira la scellerata proposta della Boldrini. L’evento “Sottoscrizione per rimuovere Laura Boldrini dalla Camera” ha raggiunto più di 11 mila iscritti in neanche un giorno. Il 25 aprile invece oltre 4 mila persone si ritroveranno sotto l’obelisco del Foro Italico per farsi un selfie con l’hashtag #ciaoboldrì. La manifestazione è stata organizzata dalla pagina “Giù le mani dall’obelisco del Foro Italico”.

Articoli correlati

Un Commento

Rispondi a Andrea Portante Annulla risposta

*

Top