Allarme meningite in Toscana e Puglia: ecco i vaccini

meningite

300 (mila). Non stiamo parlando del film-capolavoro di Zack Snyder sui valorosi spartani, guidati da Leonida, che riuscirono a resistere all’invasione dei persiani, ma dei giovani in Toscana che dovranno sottoporsi al vaccino per l’allarme meningite.

Dopo i sedici casi dall’inizio dell’anno (ad Empoli ci sono stati già tre morti, a Montevarchi uno), infatti, la regione italiana ha deciso di vaccinare tutti i ragazzi tra gli undici e i vent’anni. Per un totale di 300 mila persone che saranno convocate in questi giorni dalle Asl della Toscana. Non solo, il vaccino verrà somministrato, non a pagamento, a tutti quei cittadini tra i 19 e i 45 anni che hanno frequentato gli stessi ambienti degli ammalati.

Le città più colpite dal virus sono state proprio Empoli e Montevarchi, Lucca, Pistoia ed anche Firenze. “E’ la strategia più efficace per proteggere la popolazione, contenere la diffusione e limitare il più possibile la circolazione del batterio”, si legge nella nota della Regione.

Ma come si riconosce la meningite? I sintomi sono essenzialmente tre: febbre alta, forte mal di testa e rigidità alla nuca, al punto che il malato è incapace di flettere la testa sul collo. Possono esserci poi nausea insistente e vomito, fotofobia, sopore, e talvolta eruzioni cutanee.

Dunque, massima allerta in Toscana, ma anche in Puglia dove si stanno registrando molti casi di questa malattia.

Articoli correlati

*

Top