Orio al Serio: con il puntatore laser accecano i piloti in fase di atterraggio

laser
laser

Arriva dallo scalo bergamasco la notizia dell’ultima frontiera dell’idiozia: da mesi teppisti armati di laser si divertono a disturbare pericolosamente i piloti.

Fino a poco tempo fa questa pericolosa e stupida azione era una prerogativa dei tifosi delle squadre di calcio, che aveva come unico intento quello di accecare giocatori ed arbitro.
Un (nemmeno tanto) innocente scherzo da ragazzi, capace al massimo di falsare una partita di pallone.
Ma quando un puntatore laser prende di mira gli occhi di un pilota d’aereo impegnato in una fase di atterraggio, lo scherzo si trasforma in un incosciente tentativo di fare una strage.

La Polizia informa che i responsabili di questa folle azione si appostano a ridosso dell’autostrada, nel buio dei campi, utilizzando degli apparecchi di piccole dimensioni simili a pennarelli il cui costo oscilla tra i 20 ed i 300 euro.
I puntatori sono capaci di far arrivare il raggio laser fino ad una distanza di qualche chilometro e di compromettere la visibilità di un pilota durante le delicate fasi dell’atterraggio.

Lo scorso anno sono stati segnalati alla torre di controllo 48 casi di quelle che vengono chiamate “luci fuorvianti”, riscontrati in minima parte anche ai danni di aerei in transito o in fase di decollo.
Per fortuna fino ad oggi questi teppisti non sono riusciti a causare nessun incidente, ma il rischio che ciò avvenga è alto.

Le Forze dell’Ordine, alla domanda sul perché nessuno sconsiderato sia mai stato preso in flagrante, fanno spallucce giustificandosi e dicendo di sapere “solo che si piazzano a ridosso dell’autostrada” spiega Maria Grazia Santini, comandante della polizia di frontiera. “I piloti fanno partire subito la segnalazione e noi la trasmettiamo alla questura o ai carabinieri. Purtroppo il tutto avviene al buio e i piloti, che stanno eseguendo manovre delicate, possono dare soltanto indicazioni poco precise. Questo, insieme al fatto che un puntatore laser può essere facilmente nascosto, rende impossibile individuare i responsabili, a differenza di chi lancia sassi dai cavalcavia. Pensiamo che siano ragazzi che non si rendono conto della gravità di ciò che fanno”.

La gravità è aumentata dal fatto che il laser che raggiunge gli occhi di una persona, oltre a distrarla ed abbagliarla, può causarle una improvvisa e temporanea cecità e possibili danni permanenti agli occhi.

Cosa sia aspetta a pattugliare la zona sospetta e a rintracciare gli idioti di turno?

Articoli correlati

*

Top