Rai Fiction: Degli Esposti (Palomar) ci definisce “sciacalli”, consulti un vocabolario…

Carlo Degli Esposti

Personaggio curioso, Carlo Degli Esposti. “Patron” della Palomar e fortunato produttore del commissario Montalbano, è molto seccato perché L’Ultima Ribattuta si è permessa ieri di denunciare i termini del suo ultimo “colpaccio” in casa Rai. Così, essendo un po’ analfabeta, ha pensato di vendicarsi bollandoci come “sciacalli”, ma senza negare che quanto scritto fosse la pura verità.

sciacalliOra, sarebbe bene che il fumantino produttore andasse di corsa a consultare un vocabolario. Per esempio, lo Zingarelli. Scoprirebbe così con raccapriccio di aver lanciato il classico boomerang.

Perché se si riferiva allo sciacallo animale, dovrebbe sapere che si nutre di carogne… E chi sarebbe in questo caso la carogna, caro Degli Esposti? Tu, per caso?

Poi, il termine “sciacallo” viene usato per indicare chi si introduce nelle case delle vittime di un evento tipo terremoto o alluvione, per saccheggiarle. Non credo si riferisse neppure a questo tipo di definizione, visto che non abbiamo mai messo piede né a casa sua, né nei suoi uffici.

Resta l’ultima possibilità, laddove lo Zingarelli indica come “sciacallo” una persona “avida e vile” che si approfitta delle disgrazie altrui.

È così, caro Degli Esposti, è proprio a questo che pensavi? E allora ci puoi spiegare di quali disgrazie “altrui” ci stiamo approfittando? Non credo tu ti stia preoccupando di quelle di Luigi Gubitosi e Tinni Andreatta, cioè dei tuoi benefattori. Non restano che le tue, di disgrazie.

Ma quali sono, visto che tutto il nostro articolo era dedicato ai nuovi spettacolari incassi che la Rai sta per concederti per la nuova serie di Montalbano e di “Braccialetti rossi”?

Vedi, caro Degli Esposti, avresti ragione se noi avessimo scritto che i tuoi fantastici nuovi introiti serviranno a tappare il buco provocato dal “flop” del film di Walter Veltroni, prodotto caritatevolmente sempre dalla “Palomar”.

Magari l’abbiamo pensato, ma non l’abbiamo scritto… Per cui, un modesto consiglio: quando insulti qualcuno, prima consulta un vocabolario.

Articoli correlati

*

Top