Il Capitano Ultimo tra gli ultimi: una casa famiglia per i poveri

Il Capitano Ultimo, carabiniere "senza volto" che ha arrestato Totò Riina

Il Capitano Ultimo, il nome con cui è conosciuto Sergio De Caprio, colonnello e vicecomandante dei carabinieri per la Tutela dell’Ambiente, si racconta in un’intervista all’Ansa. L’uomo senza volto, che ha arrestato Totò Riina, ha aperto una casa famiglia per il recupero di minori disagiati o figli di famiglie segnate dal crimine. Il motivo? Senso di giustizia (anche se c’è chi pensa che sia più per senso di colpa).

A prestargli una faccia, per raccontare la sua storia in televisione, è stato Raoul Bova. Ma, nella realtà, il suo volto è sempre rimasto in incognito per via della sua attività nella lotta a Cosa Nostra e nelle inchieste sulle ecomafie.

Oggi, il Capitano Ultimo ha messo in piedi nella periferia di Roma una casa famiglia per aiutare chi ha bisogno. «Non possiamo delegare ad altri, a specialisti, organizzazioni, l’impegno per la povera gente, per impedire che nel ventunesimo secolo ci siano ancora persone che non hanno da mangiare, che non hanno da dormire, che sono sole e abbandonate: è un crimine contro l’umanità. Le parole sono parole, impegnarsi è un dovere».

E con questo progetto De Caprio vuole dimostrare che appartenere all’Arma dei Carabinieri significa «avere anche un impegno sociale, straordinario, unico: sull’esempio di quello che ci hanno insegnato i martiri e gli eroi caduti negli anni sulle strade di tutta Italia» .

Così, nella tenuta La Mistica, alla periferia Sud-Est di Roma, vengono le famiglie in cerca di sostegno economico ma anche di serenità. Ci si aiuta li uni con gli altri. «è un meccanismo nobile, ed è all’Italia».

Sergio De Caprio fu imputato per favoreggiamento aggravato insieme al prefetto Mario Mori, direttore del Sisde, a seguito della ritardata perquisizione dell’abitazione di Riina. Ma fu prosciolto.

Questo, evidentemente, non è sufficiente per chi vede nel suo progetto solo un modo per placare eventuali “sensi di colpa”. Anche se fosse vero, quantomeno lo sta facendo nel modo giusto.

 

Articoli correlati

Un Commento

  1. Pingback: Villa di Totò Riina diventa caserma carabinieri

*

Top