Cambi di partito: il record è dell’attuale governo

cambio partito

Un record gli attuali parlamentari lo stanno sicuramente portando a casa: è il valzer inarrestabile dei cambi di partito. Addirittura 256 eletti hanno cambiato schieramento da inizio mandato.

In soli 2 anni di governi Letta-Renzi siamo arrivati già a 20 trasferimenti in più rispetto alla scorsa legislatura durata 5 anni. L’ultimo (per ora) è stato il tanto discusso passaggio di Pippo Civati, uscito dal Partito Democratico per le divergenze in merito alla votazione sulla legge elettorale Italicum. Mentre la situazione delle giravolte politiche appare in una fase di stallo al Senato (si è fermi a 123 cambi con 97 politici coinvolti), la Camera dei Deputati non smette di regalarci nuovi ed appassionanti cambi di casacca.

A descrivere questa frenetica e incessante attività dei parlamentari che non contribuisce certo ad alimentare un sentimento di fiducia tra gli elettori italiani, è OpenPolis che già con il minidossier “Giro di Valzer” aveva denunciato il numero particolarmente elevato di cambi di gruppo.

“Dopo l’uscita dello studio – fanno sapere da Openpolis – i numeri sono continuati a crescere, polverizzando settimana dopo settimana i record precedenti. Ultimo in ordine di tempo è stato Pippo Civati, che ha rotto ufficialmente con il Partito Democratico entrando nel Gruppo Misto”.

A far riflettere è la media del numero di cambi di partito in un mese: in totale siamo arrivati a 200 transfughi per 256 cambi di gruppo da inizio Legislatura. Dal Governo Letta, iniziato il 28 aprile 2014, viaggiamo su una media di 10,6 cambi al mese. “Il confronto con la scorsa Legislatura è particolarmente interessante. In 5 anni ci eravamo fermati a 261 cambi per 180 parlamentari, per una media di 4,5 cambi al mese”.

La formazione che ha subito più perdite, ignorando i gruppi che hanno subito scissioni interne, è stato il Movimento 5 Stelle. Dopo due anni di Legislatura, a Montecitorio ha perso 18 membri. Il 27% è entrato in maggioranza, il 66% nel limbo del misto, e solamente un ex grillino è rimasto all’opposizione, passando a Sel.

Articoli correlati

*

Top