Pensioni: da oggi si pagano il primo del mese

Parte da oggi la novità dell’assegno pensionistico pagato il primo di ogni mese, invalidità e indennità di accompagno comprese.

Da oggi, 1 giugno, entra in vigore il decreto pensioni varato dopo la sentenza della Consulta: l’assegno arriverà per tutti il primo di ogni mese, nel caso in cui quel giorno dovesse coincidere con una festività il pagamento avverrà nel primo giorno utile immediatamente successivo. Per chi riceve doppia pensione, poiché ha lavorato sia nel pubblico che nel privato, il decreto entra in vigore a partire dal 1 Luglio, slittando di un mese. Lo ha ricordato su twitter anche il presidente dell’Inps Tito Boeri rivolgendosi a tutti i pensionati che ritirano la pensione personalmente e in contanti.

Nel frattempo il ministro dell’Economia Padoan ribadisce la volontà del governo di intervenire sulla legge Fornero, favorendo l’occupazione giovanile. Tra le ipotesi la possibilità di andare in pensione a 62 anni ma pagando una mensilità all’anno di penalità. “Se troviamo una soluzione – ha detto Padoan – potrebbe essere uno strumento per favorire ulteriormente l’occupazione giovanile”.

Il sottosegretario all’economia Pier Paolo Baretta  ha comunque assicurato che l’obiettivo del governo è quello di “consentire più libertà alle persone e alle famiglie, oltre a fare entrare più giovani al lavoro”. Una gestione più flessibile dovrebbe avere tre vantaggi: “per alcune situazioni in cui uscire dal mondo del lavoro a 66-67 è francamente eccessivo, come nel caso dei lavori usuranti o per gli esodati. In secondo luogo una maggiore libertà nella gestione familiare e terzo dare spazio per l’occupazione giovanile”.

Articoli correlati

*

Top