Calcioscommesse, caos totale: slitta il campionato di B?

calcioscommesse

Si prospetta un’estate caldissima per il calcio italiano. Ma non sarà certamente per il mercato e per le trattative movimentate che i club stanno intavolando. Magari fosse per questo… No, sarà un’estate caldissima per il terremoto del calcioscommesse, l’ennesimo, che ha sconvolto il mondo del pallone tricolore.

Come se non bastasse lo scandalo dell’operazione “I treni del gol”, con il presidente del club etneo Pulvirenti  arrestato insieme ad altre sei persone per aver truccato le partite, il Parma – che in bacheca può vantare trofei come la Coppa Uefa, la Coppa delle Coppe e la Supercoppa Europea- è fallito.

Per i vertici del calcio italiano sotto l’ombrellone ci sarà poco tempo per rilassarsi. Cosa succederà adesso in Serie B? Chi verrà ripescato? Tavecchio ha annunciato che, molto probabilmente, la data dell’inizio del torneo slitterà. A quando? Non si sa. Di sicuro il campionato cadetto (ma anche quello di Lega Pro) si prepara ad una serie di stravolgimenti che sicuramente non aveva preventivato.

Venerdì si riunirà il Consiglio Federale per comunicare i criteri per i ripescaggi che, mai come quest’estate, vedono coinvolte molte squadre. Ripescaggi che saranno quasi sicuramente due. Una squadra dovrà per forza di cose sostituire il fallito Parma. L’altra squadra che andrà rimpiazzata in B dovrebbe essere proprio il Catania. Difficile pensare che Pulvirenti & Co possano farla franca. Il procuratore Palazzi ha aperto il suo fascicolo e annunciato l’acquisizione degli atti della Procura siciliana. Sogna il Brescia che potrebbe prendere il posto dei gialloblù e spera l’Ascoli (in caso di esclusione del Teramo). Ma anche la Reggiana e il Bassano Virtus.

Caos totale, dunque. Ma d’altronde non c’è stata nessuna rivoluzione del sistema calcio e questi sono i deprimenti risultati. Il pallone italiano, per l’ennesima volta, regala una pessima immagine di sé stesso a tutto il resto del mondo.

Articoli correlati

*

Top