RAI, fra “nuovi” programmi trash e Tg imbarazzanti

gubitosi, tarantola, rai, trash
Anna Maria Tarantola e Luigi Gubitosi

Basta ai programmi spazzatura e maggiore attenzione alla qualità dell’offerta televisiva in RAI. Parola di Anna Maria Tarantola e del compagno di merende Luigi Gubitosi. Peccato che, come al solito, si tratti solo chiacchiere.

Per capirlo basta dare un’occhiata al palinsesto. Questa sera su Raiuno andrà in onda un enorme cassonetto del riciclo spacciato per un “nuovo programma”: stiamo parlando de “I duellanti“, condotto da Massimo Giletti, in cui verranno ripresentate le “risse televisive” che, almeno nelle mente contorta degli autori, avrebbero appassionato il grande pubblico.

Quindi rivedremo Aldo Busi che litiga con Alba Parietti, Vladimir Luxuria che si azzuffa con Alessandra Mussolini e la stessa Mussolini che s’accapiglia con l’allora ministro Katia Belillo. Una tristezza infinita per vedere la quale, ogni anno, dobbiamo sborsare più di cento euro. Un affarone, insomma.

Soprattutto se anche il resto della programmazione lascia a desiderare. Non solo per quanto riguarda film e programmi ma, in particolare, per quello che dovrebbe essere il fiore all’occhiello di ogni canale televisivo: il telegiornale.

E invece è desolante anche quello. Come riporta Vittorio Feltri sul Giornale di oggi, ieri sera sia il Tg2 delle 13 sia il Tg1 (almeno in teoria, il più autorevole di viale Mazzini) hanno dato il peggio di sé: vuoi per problemi “tecnici” (quando, per ben due volte, non è partito il filmato dei servizi giornalistici) vuoi per errori “di concetto” (“due giovani ragazze”, “a bordo di un motorino”). Fino ad arrivare al Tg della rete ammiraglia che riesce a liquidare tutte le notizie della giornata in pochi minuti perché – come ammette candidamente la stessa conduttrice – bisogna cedere la linea al Gran Premio di Formula Uno.

Il canone lo pagano anche quelli che non seguono lo sport e ai quali non piacciono le repliche trash. E meriterebbero un po’ più di considerazione.

 

 

Articoli correlati

*

Top