Calcioscommesse: chiesti i rinvii a giudizio per Conte, Doni e Signori

calcioscommesse

Aggiornamento: secondo le prime indiscrezioni, anche  per Stefano Mauri è stato chiesto il rinvio a giudizio, insieme a Conte, Colantuono, Doni e Signori

Calcioscommesse, il grande e triste giorno è arrivato. Come già preannunciato, oggi per Antonio Conte verrà chiesto il rinvio a giudizio nel processo che lo vede imputato per frode sportiva.

Il cittì della Nazionale è chiamato in causa anche per omessa denuncia, ma solo per la partita Albinoleffe-Siena (crollate le accuse per Novara-Siena), quando era l’allenatore dei bianconeri. Conte vuole evitare l’udienza preliminare e quindi chiederà il giudizio immediato per concentrarsi poi al meglio sull’Europeo in Francia.

Il pm Di Martino, intanto, va avanti spedito per la sua strada e “nel pomeriggio spiegherà ufficialmente le accuse per un centinaio di nomi finiti nell’inchiesta del calcioscommesse”, scrive il “Messaggero”. Le situazioni più pesanti sono quelle dell’ex bomber Beppe Signori, dell’ex capitano bergamasco Cristiano Doni e di Stefano Bettarini. Rischia anche Stefano Mauri, ma bisognerà vedere se saranno prese in considerazione le informazioni fornite dal “pentito” Ilievsky. Per i quattro, il pm di Cremona chiederà l’associazione a delinquere. Questo potrebbe essere il motivo per il quale Lotito sembrerebbe deciso a scaricare il calciatore brianzolo proponendogli un rinnovo contrattuale di 600 mila euro (il giocatore fino ad oggi prendeva 1,2 milioni di euro netti a stagione). Da prediletto della dirigenza, dunque, Mauri è diventato un problema e il presidente biancoceleste vuole disfarsene. O forse, a Formello stanno semplicemente prendendo tempo in attesa della decisione dei giudici

Tutto pronto, quindi, per la resa dei conti. La prima, forse la più impor­tante, di sicuro quella più attesa dall’opinione pub­blica. E il peggio arriverà quando le Procure di Catania, Catanzaro e Napoli avanzeranno le loro richieste sul nuovo scandalo del calcioscommesse di Pulvirenti & Co, che porterà quasi sicuramente allo slittamento dei campionati di Serie B e Lega Pro.

Chissà se questa sarà la volta buona per liberarsi per sempre da questo cancro delle partite truccate.

Articoli correlati

Un Commento

  1. Ciccio said:

    Siamo in Italia, non succederà nulla come sempre! I furbi ci saranno sempre e sempre resteranno impuniti. E non solo nello sport.

*

Top