Roma: il City non fa sconti per Dzeko

dzeko

Dzeko, maledettamente Dzeko. La Roma vuole a tutti i costi il bosniaco, ma il problema è il City. Il blitz di Sabatini in Inghilterra non è servito per chiudere l’affare. La distanza tra domanda e offerta ancora non è molta. Ballano dieci milioni e il club di Manchester non fa sconti.

La Roma offre 18 milioni di euro, il City ne pretende 28. La trattativa sarà più lunga del previsto. Per arrivare a quelle cifre i giallorossi devono vendere. In ritiro a Pinzolo ci sono anche Destro e Gervinho, due giocatori di cui la dirigenza vuole disfarsi. Entrambi erano praticamente e rispettivamente del Monaco (che ha poi ripiegato su El Shaarawy) e dell’Al Jazira (affare saltato per richieste folli dell’ivoriano). Bisogna monetizzare per fare mercato. E allora ecco un’ipotetica soluzione: la cessione del baby Romagnoli. Una mossa che però potrebbe risultare azzardata, viste le potenzialità del giovane classe ’95. Il Milan ha offerto 25 milioni di euro, la Roma per ora ha detto “no”. Ma i rossoneri continueranno a dare l’assalto al giocatore cresciuto nel vivaio giallorosso.

La sconfitta in amichevole all’esordio contro gli ungheresi del Gyirmot, seppure ininfluente, ha lasciato il segno e fatto scattare il campanello d’allarme. La Roma ha bisogno di rinforzi assolutamente, ma il ds Sabatini ha bisogno di sfoltire la rosa per fare cassa. Soprattutto per puntare a Edin Dzeko, ma anche per delle valide alternative che potrebbero essere Salah (difficile), Mitrovic o Benteke.

Ma i tifosi vogliono solo il gigante del City e Pallotta farà di tutto per accontentarli.

Articoli correlati

*

Top