Moveat Expo, a Milano rivivono le strade del cibo nell’antica Roma

moveat expo

A Milano va in scena l’antica Roma con Moveat Expo, esposizione che ripercorre le strade del cibo attraverso un viaggio nella storia.

Expo 2015 è l’evento internazionale dedicato alla nutrizione, agli stili di vita relativi all’alimentazione e alla distribuzione del cibo nel mondo: in quest’ottica il padiglione delle Ferrovie dello Stato ha voluto intraprendere un viaggio nella storia, con l’obiettivo di offrire un percorso interattivo fra reperti, immagini, mappe e scritti che testimonia l’attenzione all’approvvigionamento nella Roma antica. Attraverso la concessione di opere importantissime concesse dalla Soprintendenza Speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’area archeologica di Roma, con Moveat Expo emerge il ruolo precursore svolto dall’antica civiltà romana e la sua centralità nelle rotte dell’Europa e del mondo allora conosciuto.

Per vivere in prima persona il rapporto con il cibo e per capire meglio l’alimentazione nell’antica Roma, con Moveat Expo è stata ricostruita la caupona, vero e proprio fast food ante litteram, un luogo di ristoro dove acquistare cibi già pronti, da portare via, oppure mangiare e bere seduti ai tavoli. Nel padiglione, quindi, è stato ricreato l’ambiente con tanto bancone all’interno del quale erano murati contenitori per il cibo e le bevande, un forno a legna, per cucinare e riscaldare gli alimenti, e ripiani con pasti pronti e stoviglie; oltre a dolii interrati nel pavimento, contenenti vino e olio, in genere erano stoccate anche anfore per olive, frutta e salse.

Non solo esperienza personale e diretta col cibo: con Moveat Expo si rivive la centralità italiana nelle rotte europee e internazionali e sull’evoluzione del trasporto degli alimenti su ferro, dalle origini del treno fino a oggi. Il padiglione di Fs ha ricostruito le rotte che hanno dato impulso al progresso dei territori e hanno visto le grandi linee ferroviarie sovrapporsi ai percorsi tracciati nei secoli dall’uomo, a piedi o a cavallo, con un effetto moltiplicatore nello sviluppo della civiltà occidentale, in termini di scambi, usi e costumi.

La gastronomia attrae un pubblico sempre maggiore e la scelta di intraprendere un viaggio nella storia del cibo e della sua distribuzione sembra essere vincente: dall’inaugurazione del 25 maggio fino a oggi, oltre 3.000 persone hanno “attraversato” il percorso interattivo allestito da Andrea Schiavo e dalla Soprintendenza Speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’area archeologica di Roma. Fra i visitatori spiccano gli stranieri, che rappresentano circa il 70% del totale, in particolare tedeschi, americani e giapponesi.

Articoli correlati

*

Top