[Video] “Siete fascisti!” Così il Governatore siciliano Crocetta replica alle proteste dei No Muos

Fantasioso, il presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta, soprattutto nel replicare alle legittime rimostranze di chi gli chiede di rendere conto del suo operato politico. Era a Grammichele, in provincia di Catania, a presenziare alla commemorazione del 36mo anniversario dell’omicidio di uno dei simboli dell’antimafia, Peppino Imapastato. Prevedeva di trovarsi di fronte ad una piazza gremita e prodiga di applausi, ed invece ha subito la contestazione di qualche decina di attivisti No Muos, che si oppongono da anni all’installazione del sistema di comunicazioni satellitari della Marina militare statunitense a Niscemi (guarda il video in fondo al pezzo). I fischi hanno da subito interrotto il suo discorso, con i manifestanti che lo accusavano di non essersi opposto con decisione alla costruzione di un apparato che si ritiene nocivo per la salute dei cittadini del luogo. Crocetta, infatti, ha ritirato il decreto con cui intendeva bloccare i lavori, presumibilmente per pressioni subite dalla dirigenza del Partito Democratico. Prima ha invitato le Forze dell’Ordine ad intervenire, poi, additando i contestatori come degli intolleranti attentatori della democrazia, li ha definiti “fascisti”, rispolverando un appellativo evergreen, buono per tutte le stagioni. “Le squadracce fasciste facevano esattamente come voi” ha aggiunto il governatore siciliano. A questo punto, disorientati, ci chiediamo se anche i No Tav possano essere considerati fascisti. E se vestano la camicia nera, con tanto di fez, manganello ed olio di ricino anche i difensori dei beni comuni, dell’acqua pubblica e tutti coloro che si battono contro le decisioni di politici più attenti alle logiche del profitto ed agli interessi di pochi, oltretutto stranieri. Tralasciando quelli dei cittadini, che non vogliono beccarsi un tumore per colpa di una installazione voluta da un altro Stato, un altro esercito, che così facendo attenta alla vita altrui.



Articoli correlati

0 Commenti

*

Top