US Open: Pennetta e Vinci riscrivono la storia del tennis

Chi l’ha detto che i miracoli non esistono? Ieri, a New York ne è avvenuto uno: Roberta Vinci ha battuto la regina indiscussa del tennis, Serena Williams, a casa sua e ha conquistato una finale storica contro Flavia Pennetta.

Sì, avete letto bene, ci saranno due italiane questa sera a contendersi il titolo sul cemento americano. 

È la prima volta che due nostre atlete disputeranno una finalissima in uno slam. Se non é un miracolo questo cos’è? Un sogno ancora difficile da realizzare per entrambe e per tutti gli italiani. Una settimana fantastica che ci ha regalato prima le imprese degli azzurri del basket agli Europei, imparagonabili però a quello che hanno fatto Pennetta e Vinci. 

Quest’ultima verrà ricordata nella storia del tennis come colei che, agli US Open, infranse il Grande Slam di Serena Williams, numero uno del mondo, battendola 2-6, 6-4, 6-4 a Flushing Meadows.
La Pennetta invece si é sbarazzata due ore prima della numero due del circuito, Simona Halep dopo una partita perfetta senza mai sbagliare un colpo.

Dopo la vittoria di Flavia e la conseguente storica finale conquistata, nessuno avrebbe mai pensato al bis italiano. Contro la Williams era semplicemente impossibile solo immaginarlo.
Eppure lo sport e la Vinci sono stati in grado di regalare un giorno simile e di far godere ed esultare un popolo intero. 
Nella storia del nostro tennis, non era mai successo niente di tutto questo. Piangere per un giorno così. Sorridere in un giorno così. Flavia Pennetta contro Roberta Vinci, comunque vada sarà un successo.

Articoli correlati

*

Top