Black out in aeroporto: la maledizione di Fiumicino

Ormai una maledizione sembra aver colpito lo scalo aeroportuale di Fiumicino: un black out sta creando numerosi disagi in queste ore causando la soppressione di numerosi voli.

L’incompetenza di Aeroporti di Roma ancora una volta mette a dura prova la pazienza di tantissimi viaggiatori che ormai preferirebbero affrontare il viaggio in bicicletta piuttosto che adfidarsi ai voli che fanno scalo a Fiumicino.

IMG-20150914-WA0017 IMG-20150914-WA0016 IMG-20150914-WA0015

Le foto che pubblichiamo mostrano un’interruzione della corrente elettrica presso i terminal del Leonardo da Vinci. Negli scorsi mesi tutto il mondo ha assistito alle fiamme che hanno distrutto il T3; poi è stata la volta della pineta di Focene, a ridosso dell’aeroporto. In entrambi i casi si è affacciato lo spettro dell’allargamento del sedime aeroportuale che consiste in una vera e propria speculazione da parte di Benetton, proprietario di Aeroporti di Roma.

Sempre in passato abbiamo denunciato lo stato di incuria in cui è abbandonato l’aeroporto che la sera si trasforma in dormitorio per sbandati e senzatetto, in qualche caso anche clandestini la cui provenienza non è accertata. I vertici di Adr hanno provato a correre ai ripari per rendere lo scalo più “bello e pulito” agli occhi degli arabi di Etihad che a Fiumicino vorrebbero investire.

Ma il black out di queste ore ancora una volta mette a nudo tutte le criticità del Leonardo da Vinci.

Articoli correlati

*

Top