Unar contro Meloni: rimosso il direttore censore

meloni unar

La ghigliottina del politicamente corretto calata sulla leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, alla fine si è ritorta contro chi l’aveva azionata: Marco De Giorgi, direttore del Dipartimento Pari opportunità e antirazzismo del governo, non è stato confermato al suo posto.

Tutto cominciò quando Meloni scrisse un post su Facebook circa la necessità di distinguere i flussi migratori: «È tempo che l’Europa guardi con obiettività il fenomeno del terrorismo islamico. Purtroppo in tutto il mondo molti musulmani interpretano in modo violento la loro religione, e questa visione è condivisa anche da molti che vivono in occidente. Questa la cruda realtà dei fatti. Cosa possiamo fare? Intanto evitiamo di importare in Italia un problema che oggi non abbiamo: basta immigrazione e soprattutto basta immigrazione da paesi musulmani».

Immediata, arrivò alla leader di Fratelli d’Italia la lettera di rimprovero da parte dell’Unar: il 2 dicembre De Giorgi invitava per iscritto Meloni “a voler considerare per il futuro l’opportunità di trasmettere messaggi di diverso tenore”. Altrettanto veloce fu la risposta da parte del centrodestra che accusava un clima di intolleranza con l’ex ministro della Gioventù che si faceva ritrarre sui social network imbavagliata, reggendo il cartello: “Stop immigrazione #bavagliodistato”.

Non solo: anche il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, si è schierato con la numero 1 di Fratelli d’Italia: “In qualità di garante della Costituzione – aveva fatto sapere Meloni – considera una anomalia che un ufficio del Governo mandi a una parlamentare eletto una missiva per richiamarlo sulle posizioni espresse”.

Ora, dunque, come ha riportato il Fatto Quotidiano, il responsabile della censura targata Unar non è stato confermato al suo posto: il suo incarico è scaduto il 24 settembre e a nulla è servita la lettera alla Meloni, con cui ha cercato solamente un po’ di visibilità per farsi confermare. Ai dipendenti del Dipartimento è arrivato un comunicato che invita gli aventi i requisiti interessati a sottoporre la propria candidatura entro dieci giorni.

Articoli correlati

*

Top