Copenaghen, giovedì una leonessa verrà fatta a pezzi davanti ai bambini

copenaghen, zoo, animali
La giraffa Marius, uccisa lo scorso febbraio

Nello zoo degli orrori si continua a dissezionare animali: dopo la giraffa uccisa e smembrata di fronte ad adulti e bambini lo scorso febbraio, il 15 ottobre sarà il turno di una leonessa.

Leonessa che non è né malata né anziana, ma semplicemente “in esubero”. E fra qualche giorno sarà a sua volta dissezionata davanti ad una scolaresca di bambini. «Dissezionare una carcassa in pubblico ha un grande valore educativo» ha ribadito il direttore dello zoo Steffen Straede.

Lo scorso febbraio la giraffa Marius è stata uccisa con una pistola da macello, essiccata, dissezionata e data in pasto ai leoni davanti allo sguardo dei bambini. Un’esperienza altamente pedagogica?

«Il nostro zoo è riconosciuto a livello mondiale per il suo lavoro con i leoni» ha dichiarato il direttore della struttura che, però, è stato bersaglio di biasimo da parte di organizzazioni animaliste e perfino di minacce di morte per via di questa “pratica educativa”.

Lo zoo danese spiega che la leonessa (così come gli animali prima di lui) sarà soppressa perché non si è riusciti a collocarla altrove.

Ambientalisti e associazioni animaliste in giro per l’Europa hanno definito una “barbarie” quanto accade nello zoo di Copenaghen. Pare infatti che, nei mesi scorsi, altri zoo avessero dato la disponibilità di prendersi cura degli animali in esubero, ma i responsabili non avrebbero nemmeno valutato la possibilità di alternative all’uccisione dell’animale, cercando invece visibilità con l’annuncio del suo abbattimento e trasmettendo in streaming sul loro sito l’autopsia dell’animale.

 

Articoli correlati

*

Top