Dieselgate, vuoi fare causa alla Volkswagen? C’è un sito

dieselgate, volkswagen

Anche in Italia sono state depositate le prime querele di chi è stato truffato dal cosiddetto Dieselgate. I cittadini, a livello internazionale, si stanno organizzando per formare una class action contro la casa automobilistica tedesca Volkswagen.

Sono tante le associazioni di consumatori che si stanno muovendo in questo senso. In primis Altroconsumo che denunciò già un anno fa la prassi scorretta adottata da Volkswagen e da altre case automobilistiche per quanto riguarda i consumi e i livelli di emissioni.

Anche il Codacons ha deciso di predisporre una class action a tutela non solo degli automobilisti, ma anche degli azionisti e di tutti i privati cittadini che si sono sentiti in qualche modo danneggiati.

Alla Volkswagen viene chiesto «un risarcimento economico, che contempla anche i danni morali, cioè l’acquisto di un bene non conforme e il deprezzamento della vettura, ma anche degli accertamenti tecnici sul famigerato software»  – spiega l’avvocato Marco Bona, specialista in responsabilità civile e risarcimento danni. «Non mi aspettavo che andasse diversamente […] i proprietari di vetture hanno anche il peso, loro malgrado, di aver contribuito all’inquinamento atmosferico». 

L’avvocato Bona, che difende alcuni automobilisti che vogliono fare causa alla Volkswagen, ha fatto sapere di aver aperto un sito, www.emissionidiesel.com dove sono disponibili i modelli di lettera da inviare alla Volkaswagen per aprire il procedimento”.

«I legali della casa automobilistica intendono aspettare gli accertamenti delle autorità tedesche – spiega l’avvocato – per cui non ci resta che la via della causa».

Articoli correlati

*

Top