Dopo l’attacco informatico eBay chiede agli utenti il cambio password

eBay
eBay

E’ lunga la strada verso l’inviolabilità dei siti Internet, ne sa qualcosa eBay, la celebre community di compravendita per effettuare transazioni online senza intermediari. E’ di due mesi fa la notizia della violazione di alcuni account di suoi dipendenti, attraverso la quale gli hacker si sarebbero impossessati di ID e password contenuti in un database. Oltre a ciò gli imprevisti visitatori avrebbero avuto accesso ai dati sensibili degli utenti del sito, come indirizzi fisici e di posta elettronica e numeri di telefono.
Ciò ha generato imbarazzo tra i gestori del portale, ma soprattutto paura tra i suoi utilizzatori, a cui non è evidentemente bastata la rassicurazione che siano rimaste al sicuro informazioni ben più importanti come gli estremi delle carte di credito utilizzate per effettuare gli acquisti online. Sembra, infatti, che non si siano verificate transazioni all’insaputa degli utenti. Ad accrescere i timori è stata comunque la richiesta, fatta a scopo prudenziale, di modificare la propria password, anche in altri account dove figuri la stessa. Segno, questo, che qualche timore anche tra i gestori del sito di aste c’è.
L’accaduto non fa che riaprire il dibattito sulla sicurezza delle transazioni online, un discorso che si espande a tutta la sfera della protezione dei dati personali e sensibili su Internet che si pensava superato per l’accresciuta capacità difensiva raggiunta dai siti.
Sul tema, eBay ha comunicato che “la sicurezza delle informazioni e dei dati dei nostri clienti è di importanza capitale, e siamo spiacenti per ogni inconveniente o preoccupazione che questo reset delle password potrebbe causare ai nostri clienti”. Il sito ha aggiunto di conoscere “la fiducia che i clienti ripongono in noi affidandoci le loro informazioni, e prendiamo seriamente il nostro impegno a tenere in piedi un marketplace globale sicuro, protetto e affidabile”.
Resta da verificare quanti dei suoi cento milioni di utenti, dopo questo incidente di percorso, continueranno a comprare su eBay. Il cui titolo, dopo la notizia, è calato in Borsa perdendo nelle contrattazioni pre-apertura l’1,3 per cento.

 

Articoli correlati

0 Commenti

Rispondi a canestro roberto Annulla risposta

*

Top