Platini si candida alla presidenza FIFA: che faccia tosta!

platini

Platini ha davvero una gran bella faccia tosta. Di dubbi a riguardo ce ne erano pochi, ma leggere il suo nome nella lista dei candidati che aspirano a prendere il posto di Blatter alla presidenza della Fifa nelle elezioni del prossimo 26 febbraio, è stata l’ennesima conferma.

Al francese non interessa nulla se il mondo del calcio lo guardi con sospetto per questi ormai famosi 2 milioni di franchi svizzeri versati sul suo conto da Blatter (è stato anche sospeso per 90 giorni dalla commissione etica della FIFA) e continua spedito per la sua strada. Ma avrà vita molto dura, perché per la presidenza della Fédération Internationale de Football Association, l’Uefa punta tutto sul segretario generale Gianni Infantino, 45enne avvocato svizzero di origini calabresi. Un vero e proprio schiaffo in faccia per l’ex calciatore della Juventus.

In pratica Platini è stato scaricato, ma nonostante questo non vuole mollare e ha deciso di candidarsi per la presidenza della Fifa. La notizia della designazione di Infantino, ha però colto di sorpresa Michel e avrà intaccato il suo orgoglio

Ma chi sono gli altri cinque candidati per prendere il posto di Blatter oltre al discusso Platini e Infantino? Il principe Alì Bin al Hussein di Giordania, il presidente della Federcalcio liberiana Musa Hassan Bility, l’ex vicesegretario generale della Fifa Jerome Champagne, lo sceicco del Bahrain e numero uno della Confederazione asiatica Salman bin Ebrahim Al Khalifa e Tokyo Sexwale, attivista anti-apartheid.

Per Platini, salvo un ennesimo scandalo, vincere sarà praticamente impossibile…

Articoli correlati

*

Top