Bassolino assolto? De Magistris non ci sta

Bassolino e De Magistris

L’ex governatore della Campania Antonio Bassolino e il Capo della Polizia Alessandro Pansa processati per l’emergenza rifiuti in regione sono stati assolti con formula piena “perché il fatto non sussiste”.

Ma Luigi De Magistris, anche lui fresco di assoluzione  non ha preso bene la notizia. Tanto più che Bassolino ha lasciato intendere di voler tornare in politica.

Ma Giggino, fiutato il pericolo, ha pensato bene di tentar di stroncare sul nascere la concorrenza commentando così: «Mi interessa la verità giudiziaria, ma soprattutto che mai più questo territorio possa rivivere quello scempio o che possa vedere nuovamente diventare protagonisti della vita politica i responsabili».

Sintassi a parte, qualcuno spieghi a De Magistris che “assoluzione” ha il medesimo significato sia quando è riferito a lui sia quando è riferito agli altri.

Tanto più che non più tardi di due mesi fa si dimostrava “poco appassionato” al dibattito sui suoi possibili sfidanti per la poltrona di sindaco di Napoli. Bassolino candidato per il Pd?  «Un nome come un altro».

Nell’assicurare che non avrebbe commentato il totoavversari e assicurando il «massimo rispetto» a tutti coloro che vorranno opporsi alla sua ricandidatura, evidentemente si era dimenticato di specificare “Bassolino escluso”.

Che succede Giggino, come mai hai cambiato idea? Qualunque sia il motivo (i maligni ipotizzano si tratti di strizza) non sta bene che un ex magistrato commenti con queste parole una sentenza pronunciata dai suoi vecchi colleghi napoletani. Ai quali, però, non va risparmiata una tirata di orecchi: non è possibile montare casi di questa portata se poi “il fatto non sussiste”.

Si stravolgono vite.

Articoli correlati

*

Top