Budder, ecco la nuova droga leggera

budder

Droghe moderne. Sempre più alla ribalta. Ogni giorno ne escono delle nuove. Dopo la Sisa e la Krokodil, sostanze stupefacenti fatte in casa a costi bassissimi, il ritorno dell’eroina e il sempre di moda uso di cocaina (anche tra i giovani), ecco la nuova droga leggera: il budder.

Si tratta di un vero e proprio miele di erba, realizzato con tecniche modernissime inventate in California, diventata ormai la capitale mondiale della marijuana. Il budder viene estratto con dei solventi direttamente dai fiori della pianta e viene usato anche a scopi terapeutici.

Il problema principale, però, è che si fuma ed è considerato a tutti gli effetti una sostanza stupefacente fortissima. Nei paesi in cui le droghe leggere sono legalizzate, si sta anche affermando per scopi ludici. In Olanda, per esempio, ormai c’è, parallelamente alla “Cannabis Cup”, anche la competizione dei budder. Una gara a chi fuma e resiste di più.

A Roma, naturalmente, il nuovo “prodotto” è già arrivato da un paio di mesi. Ed è subito scattato l’allarme tra i giovani, che ne starebbero facendo un uso frequente e quotidiano. Si può fumare dentro una cartina, o mischiato col tabacco, col bong, o anche in una pipetta. Il prezzo con cui lo si acquista nella capitale varia dagli 80 ai 120 euro al grammo. I ragazzi sostengono che questa nuova sostanza “ti trascina in una valle incantata e ti fa compagnia tutta la sera. Se fumi budder non puoi fare altro, la serata deve essere dedicata a lui”. Storie di gioventù bruciata e ragazzi che ormai non sanno più come occupare il tempo.

Articoli correlati

2 Commenti

*

Top