Trieste: se adotti un rifugiato riceverai 400 euro al mese

rifugiato

Adotta un rifugiato e in cambio avrai 400 euro al mese. È questo il singolare messaggio “promozionale” lanciato dal sindaco Pd di Trieste, Roberto Cosolini, per trovare una casa agli stranieri.

“Si, ma per i richiedenti asilo, non per gli irregolari”, si legge sul “Tempo” che ha riportato le parole del numero uno della città friulana. Almeno questo…

In sostanza però, cambia poco, perché di italiani in difficoltà e, papale papale, senza una lira, ce ne sono tantissimi. Per loro, però, non sono previsti aiuti di nessun genere. Le polemiche politiche, su questa iniziativa, ovviamente sono in corso d’opera e non accennano a smorzarsi.

“A Trieste l’ospitalità è di casa”, ha dichiarato Cosolino. “E poi la proposta è valida per un massimo di sei mesi e di due richiedenti asilo a famiglia”. Bene, la domanda si ripropone: “È valida anche per gli italiani?”, “No”.

Ma il sindaco di Trieste non è stato il solo ad azzardare questa “strategia” per aiutare gli stranieri. Il primo ad ipotizzare una soluzione simile, nel 2014, era stato il ministero dell’Interno con il sottosegretario Domenico Manzone che aveva proposto, addirittura, un compenso di 900 euro al mese a chi avesse adottato un richiedente asilo. Nella lista pro-stranieri non potevano naturalmente mancare l’ex sindaco di Roma, Ignazio Marino e il primo cittadino di Torino, Piero Fassino che ha stanziato, negli ultimi anni, 90 mila euro di fondi ministeriali ogni dodici mesi per venti famiglie in grado di ospitare altrettanti migranti. Anche Federico Pizzarotti, sindaco di Parma, si è accodato all’iniziativa.

Fa sorridere che un paese come l’Italia, che non riesce a garantire un alloggio e un lavoro ai propri cittadini, abbia politici che pensino ad aiutare gli stranieri. In Emilia Romagna ci sono 4600 famiglie senza casa, così come in molte altre Regioni crescono le richieste di aiuto da parte degli italiani.

Che poi tutte queste iniziative stanno semplicemente trasformandosi in un business dell’accoglienza privata. Basta far entrare un immigrato (regolare) in casa propria per avere 400 euro al mese? Questo non è proprio ammissibile.

 

Articoli correlati

*

Top