L’inferno e la paura della stazione Termini

termini

Paura e delirio alla stazione Termini. Aumenta ogni giorno di più il terrore dei turisti che ogni giorno popolano la stazione di Roma. Che sembra ormai diventata una zona franca per ladruncoli e zingari che hanno preso in ostaggio tutta la zona.

Dopo il pizzo chiesto dai rom alle macchinette automatiche dei ticket e lo “stop” delle scale mobili per derubare i pendolari (facendoli prima cascare e far finta di soccorrerli), ieri è stata la volta di quattro parcheggiatori abusivi che hanno minacciato un cittadino romano perché si era rifiutato di pagare la sosta. Questa volta non erano rom, ma romeni, tutti e quattro arrestati dalla polizia con l’accusa di tentata estorsione.

I “parcheggiatori” hanno avvicinato l’uomo che aveva appena parcheggiato la sua auto, pretendendo il pagamento della sosta. Al rifiuto dell’uomo i quattro  sono andati su tutte le furie. Uno di questi ha preso un bastone ed ha iniziato a minacciare e soltanto l’intervento della polizia ha evitato l’aggressione.

I controlli alla stazione Termini sono sempre di meno e la gente ha paura. Quando passano questi gruppetti di persone non raccomandabili, fanno tutti finta di niente. Per paura di essere picchiati e derubati. La polizia interviene solo a cose fatte e così facendo la situazione non migliorerà mai.

Articoli correlati

*

Top