Islam: pericolo fondamentalismo già nelle scuole italiane?

fondamentalismo

Cresce l’attenzione verso le scuole italiane per il pericolo del diffondersi del fondamentalismo islamico tra i figli di immigrati dopo alcuni recenti episodi.

Il passaggio dall’immigrazione al terrorismo si fa sempre più labile e in questo confine si inseriscono anche i ragazzi che frequentano le scuole secondarie del nostro Paese. Nelle scorse settimane sono stati denunciati alcuni episodi avvenuti in alcuni istituti scolastici che hanno fatto scattare un campanello d’allarme. Secondo quanto riportato dal quotidiano locale, Prima Pagina Reggio, sono state registrate una serie di esternazioni di approvazione nei riguardi degli attacchi terroristici di Parigi del 13 novembre scorso da parte di figli di immigrati.

Solamente episodi di “islamobullismo” oppure reale pericolo di infiltrazione delle ideologie più estremiste che serpeggiano tra i musulmani in Italia e che coinvolgono anche i più giovani? Un’insegnante di una scuola nella provincia di Regio Emilia, dopo gli ultimi inquietanti casi, ha fatto sapere che alcune dichiarazioni simili le aveva ascoltate un anno fa, dopo l’assalto jihadista nella redazione di Charlie Hebdo. Anche in quel caso il protagonista è stato il figlio di alcuni immigrati, per la precisione pachistani.

Anche per questo, in prossimità delle festività natalizie e in occasione dell’Anno Santo dedicato alla Misericordia, è scattata un’allerta negli ambienti del ministero dell’Interno che ha portato a monitorare con una certa attenzione gli ambienti giovanili, scuole comprese, di alcune città. Tra queste ci sarebbero Varese, dove il 19 novembre sei ragazze islamiche di un istituto tecnico sono uscite durante il minuto di silenzio per le vittime di Parigi e San Giovanni Battista di Desio dove una banda di adolescenti magrebini ha devastato la sala dell’oratorio locale.

In questo quadro appare fondato un altro allarme, quello lanciato lo scorso aprile riguardante le cellule dormienti (leggi qui). “I giovanissimi migranti che arrivano in Italia con i numerosi sbarchi, possono rappresentare pedine del fondamentalismo islamico utili a sferrare un domani una decisiva offensiva al cuore dell’Europa? Secondo alcune strutture del Viminale è possibilissimo”. E i recenti episodi lo confermano.

Articoli correlati

*

Top