Lotito contestato a Salerno: analogie con la gestione della Lazio

lotito

“Caro Lotito: i 10 mila spettatori che chiedevi ci sono, Salerno non è seconda a nessuno e non merita di vivacchiare tra bassa serie B ed alta Lega Pro. Cosa vuoi fare da grande con la Salernitana?”. È questo il messaggio dei tifosi granata al patron di Lazio e, appunto, del club campano.

Se dalle parti di Roma, sponda biancoceleste, l’idillio tra la tifoseria capitolina e il presidente è finito da tempo (il feeling è durato soltanto il primo anno, ovvero nel 2004, quando ha preso in mano la Lazio), col pubblico di Salerno le cose sembravano andare meglio. Ma adesso anche il popolo granata sembra essersi stancato di Lotito e chiede un maggiore sforzo per salvare la squadra dalla retrocessione.

Leggendo i forum e gli articoli dei giornalisti di Salerno, sono tante, troppe, le analogie con quello che succede, ogni anno, nella gestione biancoceleste. Qualche esempio? I tifosi si lamentano e imputano al patron di “aver aspettato un mese e mezzo in estate per prendere i primi giocatori, poioltretutto mandati via (Liverani, Fall e Russotto)”. Ma anche che la squadra granata “sia andata in ritiro incompleta e poi stravolta nell’ultimo giorno di mercato” e “una cattiva gestione della campagna abbonamenti, con orari scomodi e centinaia di persone in coda per ore sotto il sole”. Poi, ancora, a Lotito viene contestato il fatto di esser riuscito a far saltare affari che sembravano ormai conclusi: “Maniero e Lodi ad un passo dalla firma, dietrofront societario proprio prima dell’incontro decisivo. Spesi gli stessi soldi per Sciaudone e Coda, bocciati impietosamente dal rettangolo di gioco”.

Pochissime iniziative di marketing e l’allenatore Torrente isolato, “che parla”solo attraverso il sito ufficiale senza contraddittorio da mesi”. Infine, lo stesso Torrente, che Lotito vorrebbe esonerare ma che prende tempo per evitare di pagare un terzo allenatore (Menichini è ancora sotto contratto con il club).

Se non ci fosse scritto “Torrente” e non si facesse riferimento alla Salernitana, in molti penserebbero che adesso, a lamentarsi, siano i tifosi della Lazio. E invece no, si parla della squadra campana e dei suoi sostenitori che imputano a Lotito questi errori commessi.

Analogie palesi con la gestione dei biancocelesti. Dal mercato sbagliato, dai giocatori comprati e mai utilizzati, dalla mancanza di iniziative di marketing, dall’allenatore che parla solo attraverso il sito ufficiale, fino ad un eventuale esonero del tecnico. Similitudini quasi da brividi con la Lazio.

“Saremo sempre grati a Lotito per aver salvato il calcio salernitano riportandolo quasi al top in pochissimo tempo, ma ciò non lo autorizza a commettere errori in serie da diversi mesi a questa parte. Ora ci vogliono programmazione e acquisti seri”, il messaggio dei tifosi della Salernitana.

Per non rassegnarsi, la speranza dei granata è una sola: che non parlino mai con i tifosi della Lazio…

 

Articoli correlati

*

Top