Storia di “C’è Posta per Te” si trasforma in un tentato omicidio

c'è posta per te, maria de filippi, canale 5, mediaset

Dagli studi di Canale 5 al carcere di Poggioreale. Emanuele Colurcio ha partecipato ad una puntata di “C’è posta per te”, il fortunato programma di Maria De Filippi, per recuperare il rapporto con la sua ex fidanzata.

Durante la registrazione della puntata, però, ha ricevuto la tragica risposta: la ragazza, Alessia, non lo vuole più. Anzi, si è già fidanzata con un altro, Domenico. Lei chiede dunque di chiudere la busta e pensa che la vicenda sia finita lì.

Ma purtroppo per Emanuele non è così. Il giovane napoletano ha pensato bene di pedinare la coppia e di affrontarla all’uscita di un locale: l’iniziale litigio si trasforma ben presto in aggressione ed Emanuele, pazzo di gelosia, accoltella all’addome il nuovo ragazzo della sua ex compagna.

Dopo fugge. Ma la follia non si è ancora esaurita. Mentre la ragazza chiama i soccorsi e porta il giovane in ospedale, Emanuele inizia a mandarle una serie di messaggi intimidatori: “Farò anche a te quello che ho fatto a lui”. Intercettato, è stato immediatamente arrestato.

Ora è rinchiuso nel carcere di Poggioreale con l’accusa di tentato omicidio, porto di coltello e stalking.

Domenico purtroppo è in prognosi riservata, con gravi ferite agli organi interni (il tessuto intestinale è pericolosamente lesionato).

Mediaset, venuta a conoscenza di quanto è accaduto, ha fatto sapere attraverso un comunicato stampa che la puntata di C’è Posta per te con i due ragazzi non sarà mai messa in onda.

Articoli correlati

*

Top