Padre Pio, quanti vip devoti del Santo

Roma e i romani in grande attesa per la processione e l’esposizione nella Capitale delle spoglie di Padre Pio da Pietrelcina che vede tra i devoti un esercito di persone: tra questi ci sono molti Vip.

Personaggi dello spettacolo, politici, musicisti e molti sportivi negli anni hanno confessato la loro vicinanza spirituale al cappuccino che sta per essere celebrato nella Capitale. È il caso di Lucio Dalla testimone di un episodio molto particolare. A un giornalista bergamasco il cantautore bolognese raccontò di aver raggiunto Padre Pio subito dopo averlo sognato a Parigi. Era stata la madre a fargli conoscere il futuro Santo, e dopo un lungo periodo di assenza da San Giovanni Rotondo, Lucio Dalla interpretò quel sogno come un rimprovero. Così raggiunse Padre Pio per confessarsi come era solito fare: dopo aver notato una certa diffidenza da parte del frate, quando si voltò per salutarlo il musicista rimase colpito «E lì -, raccontò Lucio Dalla – vidi un Padre Pio trasfigurato. Mi fissò con un’intensità che mi si è stampata nella memoria. Due occhi così luminosi non ne ho visti più». Una volta arrivato a casa, la madre del cantautore gli annunciò la morte del frate: «Il frate delle stimmate – confidò sicuro Dalla – mi aveva mosso da Parigi per darmi con un’occhiata il sigillo di Dio».

Anche molti sportivi hanno raccontato la loro devozione a Padre Pio, tra questi ci sono gli storici ciclisti italiani Gino Bartali e Fausto Coppi. C’è poi un calciatore che racconta di essere stato salvato da un incidente automobilistico che poteva rivelarsi mortale. Giuseppe Signori, bomber della Lazio e della nazionale confessò di essere scampato nel 1991 alla tragedia grazie alla maglia che indossava nel momento dell’impatto – avvenuto in una strada del foggiano – e che fece benedire poco tempo prima a San Giovanni Rotondo. Da allora le visite al paese di Padre Pio da parte del calciatore ripresero ad essere molto più frequenti in segno di ringraziamento.

È durato 18 anni il percorso di elevazione agli altari del frate di Pietrelcina attraverso il processo di canonizzazione cominciato il 23 marzo 1983 a San Giovanni Rotondo e che ha portato il 18 dicembre 1997 Giovanni Paolo II a proclamarlo venerabile in seguito al riconoscimento della “eroicità delle virtu”‘. Poi, lo stesso Papa lo proclamò beato il 2 maggio 1999 portando all’avviamento delle pratiche per farlo diventare santo.

Oltre ai fratelli Abbagnale, anche un’altra sportiva, la sciatrice Daniela Ceccarelli, medaglia d’oro olimpica a Salt Lake City, raccontò la sua fede per Padre Pio dopo la sua guarigione quasi insperata dalla frattura di una vertebra lombare.

Anche alcuni noti giornalisti come Enzo Biagi, Sergio Zavoli e Indro Montanelli espressero ammirazione per Padre Pio, mentre tra i presentatori televisivi Luciano Rispoli e Pippo Baudo si sono dichiarati suoi devoti.

Articoli correlati

*

Top