I laziali Di Battista (M5S) e Mazza (Rai) attaccano Lotito

di battista

Il M5S è nella bufera per il documento (reso pubblico da “La Stampa”) nel quale Gianroberto Casaleggio afferma di voler punire, con una multa di 150 mila euro, i candidati a sindaco di Roma del Movimento che dovessero dissentire da lui. In tutto questo polverone, il grillino Alessandro Di Battista continua dritto per la sua strada, attaccando tutti senza peli sulla lingua.

Un laziale Doc si potrebbe definire, viste le sue dichiarazioni sia di solidarietà nei confronti dei tifosi biancocelesti che stanno combattendo una battaglia pacifica contro il prefetto Gabrielli, sia contro il presidente Lotito.

D’altronde è lui stesso un tifoso laziale e, come tale, soffre il momento che sta vivendo la sua squadra. Ieri sera, ospite al “Processo del Lunedì”, il deputato del M5S ha affrontato il tema degli stadi sempre più vuoti: “Io non faccio il presidente di una squadra di calcio, provo a legiferare per far sì che la gente torni allo stadio, che il calcio sia pulito e non ci siano conflitti d’interessi.  Io sono un tifoso della Lazio, vado in curva e mi pago il biglietto. Ultimamente, però, vorrei non andarci perché la Lazio gioca male e perché non voglio dare soldi a Lotito”.

Applausi per Di Battista, uno dei pochi parlamentari (o legislatori, come lui preferisce definirsi) che almeno sostiene, con fermezza, quello che pensa. Indipendentemente dalle sue idee politiche.

“In un tempo di menzogna universale, dire la verità diventa un atto rivoluzionario” era una delle citazioni più celebri di George Orwell. E lui, il grillino-laziale, lo ha fatto.

Ma Di Battista, in questo momento, non è il solo ad aver attaccato Lotito. Anche Mauro Mazza, ex direttore di Rai Sport (ma anche di Tg2 e Raiuno) e accanito tifoso biancoceleste, ha lanciato un messaggio al presidente romano. “Ha dimostrato di non essere all’altezza. Dovrebbe cercare qualcuno che possa permettere alla Lazio di fare il salto di qualità. Ma tanto non mi ascolterà”.

Articoli correlati

*

Top