Meningite: adesso è allarme totale

meningite

Quasi un anno fa (era il 21 marzo del 2015), L’ultima Ribattuta aveva denunciato l’allarme meningite in Puglia, ma soprattutto in Toscana (clicca qui). Sei mesi dopo, aveva poi lanciato un altro appello, esortando i cittadini a vaccinarsi quanto prima per debellare il batterio (clicca qui).

“Torna la meningite, la colpa è di chi non si vaccina?”, titolava l’articolo del 9 settembre 2015. Adesso la situazione si è complicata ulteriormente. Perché la malattia sta dilagando e continua a seminare il panico in Toscana. Sono saliti a 50 i casi di meningite.

C’è il rischio, concreto, di una vera e propria epidemia che potrebbe anche superare i confini della regione e colpire quelle vicine. Come Lazio, Emilia Romagna e Umbria. Il campanello d’allarme sta risuonando fortissimo per una situazione che, forse, si sarebbe potuta evitare. O, comunque, gestire molto meglio.

Ecco perché è arrivato, dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin, il via libera alle vaccinazioni di massa. Adulti compresi, visto che il batterio non sta colpendo soltanto bambini e adolescenti ma anche gli over 45.

Adesso vaccino gratis per tutti i cittadini delle zone più colpite (Firenze, Prato e Pistoia) per tentare di frenare l’avanzamento della meningite; 40 euro (anziché 60) per le altre località.

Ci sono due problemi, però, non da poco: costi e dosi. Fino ad oggi sono state immunizzate 258 mila persone e, vaccinando anche gli over 45, si arriverebbe a più di un milione. Per ora la Toscana ha già speso dieci milioni di euro. Per arrivare a un milione di vaccini, di milioni ne occorrerebbero altri 40. Chi li tirerà fuori tutti questi soldi? Il Governo ha promesso massimo sostegno.

Molti toscani, per evitare l’attesa, hanno preferito comprarselo farselo iniettare privatamente. Spendendo cento euro.

Chi intanto ha sottovalutato il problema, non sottoponendosi al vaccino, beh, lo faccia al più presto. Perchè la situazione è molto seria e pericolosa. E il rischio di un’epidemia è elevatissimo.

Articoli correlati

*

Top