“Un calcio al pregiudizio” nel carcere di Frosinone

carcere di frosinone

“Un calcio al pregiudizio”. E’ questo il motto della partita di calcio che si disputer√† domani mattina (calcio d’inizio ore 10) all’interno del carcere di Frosinone, tra la Nazionale Gruppo Idee-Rebibbia, composta da detenuti, “secondini” e volontari e il team dell’Istituto penitenziario di Frosinone, formato da soli “galeotti”. Una partita densa di significato, soprattutto in un momento cos√¨ delicato, dove si parla sempre pi√Ļ spesso della condizione invivibile delle carceri italiane. E della situazione, ai limiti della decenza, in cui i detenuti sono costretti a vivere ogni giorno.

Questo evento √® stato organizzato grazie all’impegno dell’Associazione “Gruppo Idee”, da sempre molto vicino ai diritti dei reclusi e dell’Associazione “Gianluca Serra”, che lavora da anni ¬†all‚Äôinterno delle carceri, promuovendo attivit√† sportive e culturali.

“L‚Äôiniziativa non vuole essere un incontro sporadico o un momento di solidariet√† verso i detenuti limitato a questa giornata”,¬†ha dichiarato Massimiliano Baldoni, volontario di Gruppo Idee. “Ma bens√¨ il proseguimento di un progetto sportivo e sociale nato anni fa e che ha portato alla creazione di realt√† sportive, le quali hanno ottenuto riconoscimenti importanti da istituzioni quali il Coni e federazioni sportive come la FIDAL e la FIR”. ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† A testimonianza di queste parole c’√® la bella realt√† della squadra di rugby del carcere di Frosinone, i “Bisonti”, iscritti al campionato nazionale di serie, che sta anche ottenendo ottimi risultati.

Con la partita di domani, dove ci sarà sicuramente da divertirsi, Gruppo Idee vuole dare un calcio ai pregiudizi. per unire chi vive il carcere e chi non lo vive. Tutto sotto lo stesso valore della solidarietà e nel rispetto della dignità di tutti. Perchè il confronto ed il rispetto delle regole sono valori indiscutibili, a prescindere della realtà che si vive.

 

 

 

Articoli correlati

2 Commenti

*

Top