“Ettore Majorana scappato perchè gay”?

Ettore Majorana, stefano roncoroni, scomparsa, giallo, fisico

Ettore Majorana era omosessuale. Per questo motivo, e per altri, era continuamente in lite con la famiglia. Anche prima di sparire.

Nessun giallo dunque dietro la scomparsa del fisico, nessuna scoperta sensazionale che non sarebbe dovuta finire in mani sbagliate.

A fare chiarezza ( o gettare fango, dipende dai punti di vista) sul fisico più illuminato della storia d’Italia, stavolta è proprio un suo parente, un discende di quella famiglia con cui Majorana non riusciva ad andare d’accordo. “Mia nonna e il papà di Ettore erano fratelli e quindi mia mamma era sua cugina di primo grado” Lui è Stefano Roncoroni e nel suo ultimo libro dice di aver voluto dare un perché alla scomparsa dello scienziato.

“Io da anni indago sulla sua scomparsa analizzando le reazioni di chi è rimasto. E mi sono costruito una mia convinzione. Le motivazioni che lo hanno portato ad allontanarsi non hanno nulla di simbolico. Non sono una reazione a qualche sua straordinaria scoperta. A tormentarlo c’ erano profondi dissidi con la famiglia. I parenti gli rimproveravano di essere un teorico. Di non aver seguito le tracce dello zio Quirino, fisico sperimentale a Bologna che si adombra spesso per il successo del nipote.”

Così Roncoroni racconta la sua versione dei fatti a Libero. E insiste, soprattutto, sulla “sessualità distorta” del giovane Majorana. “Mi sorpresi che lì, nei mesi della scomparsa, le indagini della questura puntarono tutte ai luoghi di malaffare, se così si può dire, i luoghi dove gli omosessuali si ritrovavano. Perché cercare informazioni lì e non controllare le innumerevoli case di famiglia? Questo significa che la questura allora riteneva che fosse più probabile trovare qualcuno che l’ aveva incontrato proprio in quei luoghi.”

Nessuna motivazione politica, dunque? Nessuna super scoperta scientifica alla base della scomparsa del genio della fisica? Basta davvero solo qualche chiacchiera da bar per infangare il nome di un uomo la cui vicenda ha fatto, nel suo piccolo, la storia d’Italia? Che fine ha fatto la versione di Rolando Pelizza (allievo di Majorana) supportata dalle lettere autentiche del maestro?

Chissà se tutte queste domande troveranno risposta.

Articoli correlati

Un Commento

  1. Maria said:

    In che modo si “infangherebbe” la memoria di un uomo affermando che fosse gay?

*

Top