Chiara Indisioso non andrà (per ora) in un ospizio: le parole del papà

chiara

Quella di Chiara Insidioso, ormai, è una triste storia che tutti conoscono. In pochi, però, hanno realmente a cuore le sue sorti. Un destino, un’esistenza rovinata e distrutta per sempre dal suo aguzzino Maurizo Falcioni.

Ieri, era arrivata un’altra bruttissima notizia per la giovane tifosa laziale: dovrà essere trasferita in un ospizio (clicca qui). Per fortuna, però, ci ha pensato il papà di Chiara, Maurizio Insidioso, a fare chiarezza sulla questione. E lo ha fatto attraverso un post sul suo profilo di Facebook. Quella di una struttura per anziani sembra un’ipotesi, al momento, scongiurata.

“Per me è stata una giornata molto difficile. Però devo fare una rettifica importantissima. Stiamo lottando per cercare di ottenere ciò che spetta, non a noi genitori, ma solo a Chiara. Cioè una casa. Non una qualunque, ma una casa per una disabile al 100%, con determinate caratteristiche e un’assistenza H24 che possa permettere a mia figlia di vivere in maniera dignitosa. Ancora non sappiamo se ce la faremo, però una cosa importante bisogna dirla: Chiara andrà, tra pochissimo, a “Casa Iride”, struttura che accoglie pazienti in stato di minima coscienza. Questo posto non è un ospizio, ma un posto che, per le gravi problematiche come quelle di Chiara, è un’eccellenza per quello che offre. Sicuramente, quando ho parlato con qualche giornalista in questi giorni non sono stato capito bene. Oppure mi sono espresso male io. Però ci tenevo a precisarlo visto che non ne ho avuto il tempo”.

Di sicuro, però, le Istituzioni hanno abbandonato la ragazza al suo destino. “Dai politici nessun aiuto, solo parole. Ho avuto la riprova di quanto siano lontani dai propri cittadini. Soprattutto da quelli in difficoltà…”.

Articoli correlati

*

Top