Sumatra: terremoto magnitudo 7.9, nessun pericolo tsunami

sumatra

Una nuova violentissima scossa sismica di magnitudo 7.9 della scala Richter ha colpito l’isola indonesiana di Sumatra nell’Oceano Indiano.

Dopo quelle del marzo 2005 e del dicembre 2004 che provocò 131 mila vittime, ancora una volta l’isola dell’arcipelago Indonesiano viene travolta da un terremoto: immediatamente si è temuto che la scossa potesse provocare un maremoto travolgendo case e costruzioni, piegando una popolazione già colpita negli anni scorsi.

A dare l’allarme è stato l’Istituto geologico degli Stati Uniti, secondo cui l’ipocentro è stato individuato a dieci chilometri di profondità. Il governo dell’Indonesia ha però revocato l’allerta tsunami.

Quello avvenuto nel dicembre di dodici anni fa, con una magnitudo momento di 9,3 (originariamente di 9,0), viene considerato uno dei disastri catastrofici naturali dell’epoca che coinvolse l’intero sud-est asiatico fino a sfiorare le coste dell’Africa orientale. La scossa cominciò alle 00:58:53 del 26 dicembre 2004 e colpì l’Oceano Indiano al largo della costa nord-occidentale dell’isola indonesiana di Sumatra.

Per la precisione l’ipocentro del terremoto venne localizzato a 3,298ºN, 95,779ºE, a circa 160 km ad ovest dell’isola di Sumatra, ad una profondità di 30 km sotto il livello del mare, all’interno della cosiddetta cintura di fuoco del Pacifico, una regione geografica ad alta sismicità. La scossa che colpì Sumatra fu così potente che venne avvertitaanche in Bangladesh, India, Malesia, Birmania, Singapore, Thailandia ed addirittura nelle Maldive.

Articoli correlati

*

Top