Oggi la presentazione del libro “Cuffaro, tutta un’altra storia” di Simone Nastasi

cuffaro

Nella storia di Totò Cuffaro, ex governatore siciliano ed ex senatore, la verità giudiziaria e quella storica, possono coincidere? I fatti sono andati veramente in questo modo?

Simone Nastasi, giornalista di inchiesta romano e firma de “L’Ultima Ribattuta”, prova a fare chiarezza e a sollevare i molti dubbi che emergono dalle carte processuali nel libro di successo “Cuffaro, tutta un’altra storia. La verità sul processo al presidente dei siciliani”, edito da Bonfirraro.

La presentazione sarà oggi a Roma, alle 17,30, presso la libreria Arion Montecitorio, nell’omonima piazza, dove il cronista si troverà faccia a faccia con Cuffaro, appunto, il protagonista del suo saggio, adesso uomo libero dopo aver scontato la condanna a sette anni, ridotti a cinque per buona condotta, per favoreggiamento mafioso.

Durante l’incontro, moderato dal direttore de “L’Opinione” Arturo Diaconale alla presenza dell’editore Salvo Bonfirraro, interverrà l’avvocato Mauro Mellini, ex parlamentare del Partito Radicale e componente del CSM, curatori rispettivamente della prefazione e della postfazione dell’opera. Ad accompagnare l’autore, anche il giornalista d’inchiesta Guido Paglia, ex responsabile Relazioni esterne della Rai, attualmente alla guida del nostro giornale, che figura come prefatore del corposo saggio.

Tante sono le rivelazioni custodite nel libro, che commenta e approfondisce alcuni tra i passaggi più controversi che hanno riguardato il processo all’ex governatore e si pone domande a tutto campo, senza pregiudizi, non accontentandosi della sentenza emessa in Cassazione che ha riguardato «il primo condannato della storia politica italiana a scontare in carcere una pena così lunga».

E tanti sono ancora i dubbi che sorgono proprio dalla lettura delle migliaia di atti processuali, dai quali emergono immediatamente alcuni dei maggiori interrogativi: «Totò Cuffaro è veramente colpevole di aver favorito la mafia? E, soprattutto, qual è la verità sul processo dell’ex presidente della Regione Siciliana?» scrive il cronista non nuovo a questo tipo di lavori “revisionisti” (l’esordio è del 2013 con il libro “Il caso Speziale. Cronaca di un errore giudiziario” pubblicato da Bonfirraro e incentrato sui tragici fatti del derby Catania – Palermo nella notte del 2 febbraio 2007).

«Un’accusa – scrive Nastasi – che Cuffaro ancora oggi continua a non voler accettare, perché ripete ‘la mafia fa schifo’ e ‘la mafia, l’ho sempre combattuta’. Anche nel suo caso, valga allora la domanda: la verità giudiziaria e quella storica, possono coincidere? I fatti sono andati veramente in questo modo?».

Dubbi, interrogativi, testimonianze, interviste esclusive e quant’altro: tutto contribuisce a fare del volume, un saggio acuto e approfondito, dall’andamento a spirale, con i concetti accennati prima e approfonditi poi, che abbandona subito la presunzione di essere detentore di assolute verità – a dispetto del titolo provocatorio – ma che induce il lettore a porsi, sempre e comunque, delle domande da cittadino libero.

Articoli correlati

*

Top