Lazio, notti d’Europa: ma attenzione agli ululati

Vai Lazio, sei rimasta solo tu. La Juventus ha sfiorato l’impresa contro il Bayern Monaco, ma alla fine, colpa anche dell’arbitro, ha dovuto soccombere.

Ecco perché, adesso, soltanto i biancocelesti possono portare avanti e in alto il nome italiano in Europa.

Una partita fondamentale quella di stasera contro lo Sparta Praga. La classica gara della vita, da vincere a tutti i costi.

Pioli ci crede e ha addirittura azzardato un “possiamo vincere la coppa”. Di sicuro i biancocelesti contro i cechi sono favoriti anche in vista dell’1 a 1 dell’andata.

A crederci sono anche i tifosi che, nonostante lo sciopero della Curva Nord per le norme sicurezza imposte dal prefetto Gabrielli, saranno in 20 mila. Non certo il pubblico delle grandi occasioni per una partita di ottavi di finale, ma, vista l’affluenza di spettatori nelle ultime gare all’Olimpico, ventimila non sono affatto pochi.

Saranno loro a spingere Klose & co fino alla vittoria.

Saranno sempre loro, però, che dovranno fare massima attenzione ad ogni tipo di coro e, soprattutto, ad evitare gli ululati.

Si, perché di sicuro la Lazio verrà sanzionate per i “buh” della partita d’andata e questa sera i delegati UEFA saranno con le orecchie ben aperte per sentire il comportamento del popolo biancoceleste. E se ci dovesse essere la minima cosa, non si farebbero problemi a segnalarlo. Ed ancora, se ci fosse la possibilità di buttare fuori la Lazio dall’Europa, non perderebbe tempo.

Massima attenzione, dunque, e intelligenza. Non dare a nessuno modo e motivo di squalificare la squadra.

Vai Lazio, sotto a chi tocca!

Articoli correlati

*

Top