“El Clasico”: il duello dei duelli (anche tra Lucio e Zidane)

Clasico

Stasera, mentre in Serie A si giocheranno Carpi-Sassuolo e Juventus-Empoli, il mondo terrà gli occhi puntati sulla sfida delle sfide: “el Clasico”. Per tempistiche (inizia prima proprio Barca-Real) o per bellezza, molti (non juventini o napoletani) snobberanno l’Italia e si concentreranno sul “derby” spagnolo.

Potrebbe sembrare un Classico “quasi inutile”, ma le rispettive panchine nascondono grandi protagonisti di un passato recente che hanno scritto ed interpretato alcune delle pagine più importanti del calcio spagnolo. Da una parte l’ex tecnico giallorosso Luis Enrique, meglio conosciuto da blaugrana e blancos col nome di “Mister Clasico”, proprio perché, nella sua carriera, ne ha giocati molti sia con il Madrid che con i catalani. Spesso portando anche la fascia da capitano sul braccio.

Sulla panchina del Real, siede invece un pezzo di storia madrilena. Zidane, anche lui con molte presenze nei classici. Il francese si ricorderà sicuramente quello andato in scena nel 2003, in cui durante e dopo il mach fu protagonista, proprio insieme al collega, di una rissa passata alla storia. Strano, vero, che Zinedine venga ricordato per una rissa?

Ma non solo allenatori, questo sarà il classico dei tridenti stellari. Da una parte la “MSN” del Barca, diventata ormai una certezza e capace di ritrovare continuità dopo che, a causa dell’assenza di Messi, gli altri due componenti del “trio delle meraviglie” Suarez e Neymar, hanno dimostrato comunque di essere dei fuoriclasse.

Dall’altra, la “BBC”, un connubio di forza, velocità e tecnica, inferiore solo al tridente catalano.  Aumenta, infatti, l’intesa grazie al ritorno sfavillante di Ronaldo che ormai non fa più notizia; le conferme date da Benzema che finalmente è riuscito a dimostrare tutto il suo potenziale, grazie ad una stagione senza infortuni; e di Bale che finalmente sembra aver reimparato a segnare.

Le coreografie dei tifosi saranno fantastiche, come al solito, e le giocate faranno sognare, come al solito, e anche questo classico, nonostante non sia decisivo, sarà spettacolare. Come al solito.

Articoli correlati

*

Top