Leicester: sindaco pronto ad intitolare una via a Ranieri

“Ora crolla veramente”, “Sì, non può proprio vincere il titolo una simile squadretta”, “Ranieri è l’eterno secondo”. Si andava dicendo questo sul piccolo Leicester, almeno fino ad un paio di settimane fa.

Ora, però, tutti, ma proprio tutti, si sono dovuti ricredere ed inchinarsi alla squadra rivelazione dell’anno (forse degli ultimi 30 anni, ricorda il Verona di Bagnoli). Non solo in Premier League.

Sia chiaro, nessuno, dalle parti di Leicester è convinto di aver vinto il titolo. Anzi guai a nominare la parola “Champions”.

Certo è che, perdere adesso là Premier, sarebbe un vero e proprio suicidio. 7 punti di vantaggio sul Tottenham, quando mancano solo 6 partite al termine del campionato. Incredibile davvero, il Leicester primo in classifica con un budget a disposizione di pochi milioni di euro. Le “Big” dietro. Arsenal terzo, Manchester City quarto, United quinto, Chelsea e Liverpool non pervenute.

Ormai ci crede veramente la piccola cittadina inglese, con il sindaco, Peter Soulsby,  che ha fatto una promessa: intitolare una strada di Leicester a Ranieri, qualora dovesse portare il club sul tetto di Inghilterra. E anche agli altri protagonisti dell’impresa. Primo su tutti Vardy.

Una missione, che ormai esalta non solo i tifosi delle Foxes ma tutti gli appassionati e romantici inglesi e non. Tranne i bookmakers che sarebbero costretti a pagare scommesse di migliaia di sterline a chi, ad inizio stagione, ha puntato sul Leicester campione.

Articoli correlati

*

Top